Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Vaccini antiCovid per gli over80, a Bari le farmacie faticano a trovare posto: "Le prenotazioni domiciliari sono bloccate"

Prenotazioni a singhiozzo su Bari nelle ultime 48 ore, a testimoniarlo i tentativi di trovare disponibilità nelle agende aperte di volta in volta: "Molti trovano posto nei comuni della provincia"

A singhiozzo le ambulatoriali. Bloccate da qualche giorno quelle domiciliari. Le agende per le prenotazioni dei vaccini antiCovid delle persone ultraottantenni vanno avanti a fatica nelle ultime 48 ore a Bari città. Lo testimoniano i responsabili delle farmacie cittadine che accolgono decine di richieste quotidianamente.  “I primi giorni è andato quasi tutto bene – racconta Filomena Bellini, titolare dell’omonima farmacia di via Manzoni - anche se avevamo la fila fuori di persone che dovevano prenotare. Da mercoledì invece riscontriamo dei problemi. Le agende per le nuove prenotazioni si chiudono e si riaprono a intermittenza, così dobbiamo andare un po’ a tentativi. Il sistema è un po’ lento, ma ogni tanto riusciamo a piazzare qualcuno, trovando disponibilità. Per i domiciliari invece no. Per il resto – aggiunge - possiamo dire che stiamo comunque soddisfacendo tutti”.

Situazione confermata anche da Francesco Calabrese, titolare della farmacia di via Salandra. “Riusciamo a trovare qualche disponibilità nelle agende dei paesi limitrofi – racconta – su Bari città, invece, si va a tentativi. Alcuni pazienti ci lasciano la tessera sanitaria e proviamo noi a fare i tentativi con la speranza che liste di prenotazioni si riaprono, altrimenti alcuni sarebbero costretti a venire di continuo in farmacia per capire se sia sbloccata la situazione. Per i domiciliari, invece, nulla in queste ultime 48 ore. Può darsi – aggiunge –, ma è una mia supposizione, che l’Asl si stia organizzando di volta in volta per capire la vera disponibilità dei vaccini. Sappiamo che stanno arrivando in quantità di gran lunga inferiori a quelle che ci si aspettava. Rimane il dato – conclude – che come farmacie abbiamo contribuito in maniera sostanziosa alle oltre 115 mila prenotazioni in tutta la regione”.

Il problema del blocco delle prenotazioni delle vaccinazioni domiciliari per le persone che non hanno la possibilità di muoversi è riscontrato anche da Michele Autofermo, titolare della farmaci di via Sagarriga Visconti. La difficoltà delle Asl del resto sarà soprattutto quella di organizzare le squadre per le vaccinazioni di casa in casa, raggruppando date e zone, visti i numeri considerevoli. “Le liste – spiega Autofermo – per le domiciliari sono esaurite da diversi giorni. Quelle ambulatoriali in provincia sono più fruibili, così i pazienti che hanno la possibilità di spostarsi hanno prenotato nei paesi dei dintorni, Paolo del Colle, Toritto, Acquaviva, per fare degli esempi. Su Bari città si va a tentativi”. Tentativo che va a buon fine per un paziente proprio mentre parliamo col dottor Autofermo: prenotazione fatta per martedì 23 febbraio nella casa di risposo Villa Marica di via Napoli.

(foto archivio Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini antiCovid per gli over80, a Bari le farmacie faticano a trovare posto: "Le prenotazioni domiciliari sono bloccate"

BariToday è in caricamento