menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, negli hub a fine giornata sì alle somministrazioni delle dosi avanzate di Astrazeneca per tutti gli over60

A dare indicazioni in merito sono stati anche alcuni sindaci attraverso le loro pagine social. Franco Busto, segretario regionale Uil ha recepito la comunicazione dal Comune di Sammichele di Bari e ha anticipato la sua dose di 10 giorni

Se ci sono dosi a disposizione dopo aver terminato quelle destinate alle persone prenotate e dell’anno di nascita programmato per la giornata, gli ultrasessantenni possono accedere al vaccino. È l’indicazione che stanno seguendo le Asl pugliesi, in particolar modo quella di Bari, per dare un’accelerata alle somministrazioni dei sieri antiCovid. A partire da lunedì 12 aprile negli hub dopo un certo orario e prima della chiusura dei centri è possibile per tutti gli over 60 non fragili ricevere la dose di AstraZeneca, se ce ne sono ancora a disposizione per la giornata in programma. Al contrario, insomma, di ciò che è accaduto durante la mattinata di lunedì, quando alcuni ultrasessantenni sono stati invece rimandati indietro proprio perché non facenti parte della fascia di età programmata.

A dare indicazioni in merito sono stati anche alcuni sindaci attraverso le loro pagine social come Angelo Annese, primo cittadino di Monopoli, che ha precisato come “ci sono dosi di vaccino AstraZeneca disponibili presso il nostro hub” e “abbiamo quindi deciso di estendere la possibilità di vaccinazione a tutti i cittadini rientranti nella fascia d'età compresa tra i 79 e i 60 anni, fino ad esaurimento scorte”.Stesso tipo di messaggio inviato pubblicato dal Comune di Sammichele di Bari per tutti i cittadini rientranti nella fascia d’età compresa tra I 79 e i 60 anni residenti nei comuni di Sammichele di Bari, Gioia del Colle, Casamassima e Turi, fino ad esaurimento scorte.

Appello recepito, ad esempio, dal segretario regionale della Uil, Franco Busto, originario proprio di Casamassima. “Nonostante la data prevista per il mio vaccino fosse tra una decina di giorni – ha spiegato-, ho deciso di offrirmi volontario per la somministrazione delle dosi AstraZeneca non utilizzate. Sono convinto che bisogna sempre fidarsi della scienza, che è la nostra unica speranza, assieme a comportamenti responsabili, per tirarci fuori da questa drammatica situazione che perdura ormai da più di un anno. Non abbiate timori, vaccinatevi e convincete i vostri parenti e i vostri amici a fare altrettanto. Vaccinarsi significa tutelare se stessi e chi ci circonda, un futuro diverso passa dalle nostre scelte del presente. Mi auguro – aggiunge - che le rinunce siano sempre meno e che i vaccini fatti sempre di più, specie nelle categorie più a rischio. E, soprattutto, che gli intoppi registrati negli ultimi giorni lascino il posto a un’organizzazione più efficiente, per il bene di tutti”. Mercoledì 14 aprile sono in programma le vaccinazioni per i 77enni e i 76enni.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento