rotate-mobile
Attualità San Paolo

Vaccini, ancora disagi a Bari: alla Casa della Salute arrivano in ritardo, medici e pazienti costretti ad attendere due ore

Dopo i problemi in via Aquilino al rione Japigia con le operazioni di scongelamento di dosi Pfizer, nel rione San Paolo i vaccini sono arrivati con due ore di ritardo al poliambulatorio con decine di persone fragili d attendere all'esterno

Ancora disagi in un centro vaccinale a Bari. Questa volta è accaduto alla Casa della Salute del quartiere San Paolo, dove alcune decine di persone, per lo più fragili, con patologie, hanno dovuto attendere oltre due ore prima di essere vaccinate con le dosi Pfizer. Con loro anche i medici di medicina generale che si erano organizzati per gli appuntamenti della mattinata. Ma i vaccini che dovevano arrivare entro le nove per procedere con le somministrazioni sono invece arrivati, secondo le testimonianze di alcuni medici, attorno alle 11.40.

L’attesa estenuante fuori dal poliambulatorio ha causato problemi e lamentele, oltre che assembramenti di persone in attesa che aumentavano sempre di più di ora in ora. Anche per i medici non è stato facile aspettare ore già bardati e pronti per le somministrazioni.

Il caso fa il paio con ciò che è successo venerdì 16 aprile al poliambulatorio di via Aquilino nel quartiere Japigia. Medici di famiglia che, a differenza di quelli del San Paolo, dovevano solo prelevare i flaconi Pfizer prenotati 48 ore prima hanno dovuto attendere quattro ore a causa di ritardi nelle operazioni di scongelamento del vaccino. Un problema che anche in quel caso ha causato numerosi disagi tra appuntamenti con i pazienti da rinviare e riprogrammazione delle ore di ambulatorio e per le somministrazioni dei vaccini.

La nota della Asl Bari

In merito ai disagi registrati oggi, la Asl è intervenuta con una nota. "Le forniture di vaccino ai medici di Medicina generale sono legate alle quantità ricevute ogni settimana da Roma. Quindi le dosi limitate a disposizione della ASL incidono inevitabilmente sulle consegne di vaccino da destinare ai medici di Medicina generale che stanno dando un contributo decisivo alla campagna vaccinale in tutta la provincia di Bari. La quantità di somministrazioni eseguite dai medici di assistenza primaria dipende esclusivamente dalle dosi che vengono fornite a livello centrale e messe a loro disposizione dalla azienda sanitaria per far fronte alle richieste dei propri assistiti. Le prossime forniture – tra l’altro imminenti - saranno destinate alla medicina generale in modo tale da proseguire la attività vaccinale senza interruzioni. Questa disponibilità limitata che determina una riprogrammazione delle consegne ha inciso anche sul ritardo oggi nelle somministrazioni nelle sedi del distretto unico di Bari dove medici e operatori ASL hanno lavorato insieme per recuperare e concludere le vaccinazioni programmate nella giornata".

*Ultimo aggiornamento ore 20.21

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, ancora disagi a Bari: alla Casa della Salute arrivano in ritardo, medici e pazienti costretti ad attendere due ore

BariToday è in caricamento