menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Somministrate in una giornata oltre 4300 dosi di vaccino anti Covid nel Barese: domani completate inoculazioni per pazienti oncologici Policlinico

All’8 aprile risultano complessivamente somministrati oltre 241mila vaccini, di cui circa un terzo (81.328) è stato garantito - tra prima e seconda dose - a persone con età pari o superiore agli 80 anni

Sono 4320 le vaccinazioni anti Covid somministrate nel territorio dell'Asl Bari nella giornata dell'8 aprile 2021, secondo quanto riferisce il resoconto quotidiano dell'azienda sanitaria. Tra queste 1278 sono state inoculate nei centri distrettuali di Bitonto, Monopoli, Locorotondo e Rutigliano dove sono partite le somministrazioni a cura dei medici di Medicina generale che hanno optato per le sedi aziendali come punti vaccinali. Domani le vaccinazioni a cura dei medici di Medicina generale proseguiranno nel distretto unico di Bari. In parallelo vanno avanti le somministrazioni a domicilio, nei centri vaccinali territoriali, negli hub e negli ambulatori ospedalieri per ultraottantenni, pazienti oncologici (codice 048), disabili gravi e pazienti in trattamento oncologico, per un totale di 3042 vaccinazioni eseguite nel corso della giornata.  All’8 aprile risultano complessivamente somministrati oltre 241mila vaccini, di cui circa un terzo (81.328) è stato garantito - tra prima e seconda dose - a persone con età pari o superiore agli 80 anni.

Prosegue negli ambulatori ospedalieri e nei reparti con somministrazioni a letto la campagna vaccinale destinata ai pazienti oncologici in cura presso il Policlinico di Bari. In particolare oggi sono stati vaccinati 200 pazienti con patologie neoplastiche in attesa di intervento chirurgico. "Stiamo vaccinando tutti i pazienti affetti da tumori urologici che sono in lista d'attesa per essere sottoposti a intervento chirurgico perché è stato dimostrato da studi recenti pubblicati che operare il vaccinato riduce sensibilmente il rischio di decesso causa Covid del paziente operato - spiega il professor Michele Battaglia, direttore dell’unità operativa di Urologia del Policlinico di Bari - In questa maniera inoltre l’attesa di intervento non diventa una condanna e la vaccinazione genera molta fiducia nell'istituzione”.

Domani, inoltre, saranno completate le vaccinazioni contro il Covid19 destinate ai pazienti affetti da patologie tumorali in cura presso il Policlinico di Bari e ai rispettivi caregiver. A partire dalle ore 8.30 saranno attivati 42 ambulatori e in agenda ci sono oltre 2mila somministrazioni riservate a pazienti oncologici, oncoematologici, donne con tumori ginecologici, pazienti in radioterapia e in chemioterapia. Dalle ore 18 fino a notte sono previste le vaccinazioni dei caregiver i cui nominativi sono stati già preventivamente individuati e comunicati dai pazienti oncologici e trapiantati in fase di somministrazione del vaccino. Ha preso, infine, il via il lungo fine settimana di vaccini all’Istituto Tumori di Bari. Oggi si vaccina dalle ore 14 alle 24, sabato e domenica dalle ore 8 alle 24. Sono attesi circa 600 pazienti oncologici e onco-ematologici e i rispettivi caregiver e conviventi, per un totale di oltre 2.000 persone. Le operazioni sono coordinate direttamente dagli oncologici e dagli onco-ematologi che hanno in cura i pazienti.

Tornando sul fronte provinciale, sono partite questa mattina le vaccinazioni all’Ospedale “F. Miulli” di Acquaviva delle Fonti (BA) dedicate ai pazienti oncologici e ai loro caregiver. L’iniziativa, di particolare rilevanza non solo per il territorio ma in una visione più ampia di lotta al Covid, si rivela determinante per la tutela della salute di persone particolarmente fragili, che al Miulli trovano spazi e personale specificamente attrezzati e formati per fornire i vaccini in tranquillità e sicurezza. La somministrazione, realizzata in coordinamento con la Regione Puglia, è destinata a 150/200 persone al giorno. Proseguono, inoltre, le somministrazioni all’Irccs De Bellis di Castellana Grotte ai pazienti oncologici, che in tutto sono circa 400 e per i loro caregiver: si lavora alle somministrazioni per tutto il weekend che verranno completate domenica, salvo per i pazienti che devono seguire tempi differenti legati alle terapie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento