menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Difformità" nella somministrazione dei vaccini, la richiesta dell'Omceo: "Sia data priorità a tutti i medici"

Il presidente dell'Ordine barese, Filippo Anelli, segnala casi di "alcune strutture sono stati somministrati vaccini a operatori di una cooperativa di pulizie che lavora per la Asl e ai loro parenti stretti", ribadendo la necessità di assicurare la copertura prima a chi opera in prima linea

"Stiamo riscontrando sul territorio una difformità nelle priorità di somministrazione dei vaccini che sta creando sconcerto tra gli operatori. Abbiamo ricevuto segnalazioni che in alcune strutture sono stati somministrati vaccini a operatori di una cooperativa di pulizie che lavora per la Asl e ai loro parenti stretti, i quali correttamente lo hanno comunicato al proprio medico di famiglia, che suo malgrado non era stato vaccinato". La segnalazione arriva da Filippo Anelli, presidente dell'Ordine dei Medici di Bari, che in una nota ribadisce la necessità di "vaccinare subito tutti i medici", inclusi medici di famiglia e pediatri, che, con l'approvazione del vaccino di Moderna, potrebbero presto diventare a loro volta vaccinatori.

"Con l’approvazione da parte di Aifa del vaccino di Moderna, da oggi abbiamo un’arma in più per combattere il Covid-19. A differenza di quello di Pfizer, consente condizioni di conservazione a temperature standard di refrigerazione e potrà quindi essere somministrato anche dai medici di famiglia e dai pediatri - sottolinea Filippo Anelli - Questo consentirà di ampliare il numero dei medici vaccinatori e di avviare la fase di somministrazione alla platea dei pazienti più fragili, come anziani e malati cronici".

"Perché ciò avvenga è essenziale che i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta vengano subito vaccinati", puntualizza Anelli. "Oggi anche il Ministro Speranza - viene ricordato nella nota dell'Omceo - ha ribadito che i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta hanno la priorità nelle vaccinazioni, proprio perché avranno un ruolo fondamentale nella campagna di somministrazione del vaccino anti Covid-19.

"Invito l’Assessore Lopalco a dare precise disposizioni per eseguire il vaccino prioritariamente a tutti i medici, inclusi odontoiatri e liberi professionisti - conclude Anelli - la professione medica in tutte le categorie è stata colpita duramente dall’epidemia. Il vaccino è un dispositivo di protezione fondamentale, anche a tutela dei pazienti, per cui non si possono ammettere ritardi".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento