Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

La Puglia supera 2 milioni di vaccini anti Covid somministrati. Già il 41% degli abitanti ha ottenuto la prima dose

Emiliano e Lopalco: "Per noi è un simbolo, abbiamo somministrato più del 90% delle dosi consegnate alle nostre farmacie, ma oltre a questo numero, due milioni significa che grazie a questi vaccini stiamo mettendo in sicurezza tutta la popolazione più vulnerabile"

In Puglia è stata superata la quota di 2 milioni di vaccini anti Covid somministrati. A comunicarlo è la Regione Puglia che spiega come, alle 12 di oggi, siano state inoculate 2.005.240 dosi vaccinali: “Due milioni  - spiegano in una nota il governatore Michele Emiliano e l'assessore pugliese alla Sanità, Pier Luigi Lopalco - per noi è un simbolo, abbiamo somministrato più del 90% delle dosi consegnate alle nostre farmacie, ma oltre a questo numero, due milioni significa che grazie a questi vaccini stiamo mettendo in sicurezza tutta la popolazione più vulnerabile”.

Ad oggi già 41% della popolazione pugliese vaccinabile coperta con la prima dose.Dall’analisi dettagliata delle categorie, emerge inoltre che è stato raggiunto il 92,6% di copertura vaccinale negli ultra 80enni (media nazionale 90,4%), l’86,1% della fascia di età 70/79 (media nazionale 79,7%), mentre fra i 60 e i 69 anni è stato vaccinato quasi il 71,6% della popolazione (media nazionale 63,1%) che ricade in questo gruppo.

“Quindi non solo abbiamo vaccinato tanto, ma abbiamo anche vaccinato bene – ha detto Lopalco intervenuto per un sopralluogo nell'hub vaccinale della Fiera del Levante di Bari- oggi, in questa giornata in cui abbiamo raggiunto una quota così significativa, possiamo dire che chiunque dal Gargano a Leuca si vaccini è il 2milionesimo vaccinato in Puglia”.

L’assessore, accompagnato dal dg della ASL Antonio Sanguedolce,  ha assistito così alle operazioni vaccinali salutando i tanti cittadini presenti tra sala di attesa, box e sala post osservazione: “La campagna di vaccinazione sta proteggendo in modo generalizzato le fasce di popolazione più esposte al rischio e alle conseguenze del contagio – ha detto Sanguedolce - ora si sta gradualmente allargando alle generazioni più giovani. Resta importante – ha aggiunto - completare la vaccinazione dei soggetti ad elevata fragilità, per età e soprattutto per disabilità, vulnerabiità per patologia e malattie rare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Puglia supera 2 milioni di vaccini anti Covid somministrati. Già il 41% degli abitanti ha ottenuto la prima dose

BariToday è in caricamento