menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I medici di famiglia chiedono chiarezza alla Regione: "Distribuzione vaccini anti Covid a rilento. Caos e confusione"

In una nota affermano che la campagna vaccinale è compito "dell'Assessorato" regionale "alla Salute e delle Asl e non dei medici di medicina generale che, quali vaccinatori, non hanno responsabilità" rispetto alle "difficoltà organizzative"

L'intersindacale medici Puglia composta da Smi, Snami, SIMeT, Cgil Fp Medici, Ugs Medici  ravvisa "le difficoltà organizzative nell'organizzazione della campagna vaccinale abbondantemente dimostrate dall'assessorato alla Salute e dalle Asl".

In una nota i medici chiedono "le motivazioni dell'inspiegabile ritardo da parte dei distretti nella distribuzione dei vaccini ai Mmg" declinando "ogni responsabilità per le conseguenze che tale ritardo potrebbe comportare, nel senso di un pregiudizio della prevenzione dell'infezione da Covid nei propri pazienti".

L'intersindacale medici chiede "ai direttori generali la convocazione urgente dei comitati permanenti aziendali, per dare attuazione a quanto previsto dal protocollo d'intesa firmato lo scorso 5 marzo". La nota si conclude ribadendo che l'organizzazione della campagna vaccinale è compito "dell'Assessorato alla Salute e delle Asl e non dei medici di medicina generale che, quali vaccinatori, non hanno responsabilità riguardo al caos e alla confusione sino a oggi manifestata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento