Attualità

In Puglia si riprende a vaccinare con Astrazeneca, Lopalco: "Sicuro ed efficace, arma per tornare a vivere"

Asl Bari ha inoltre riprogrammato per domani mattina le somministrazioni (già fissate e poi sospese) di Astrazeneca per il personale docente e non docente nei due hub di Bari allestiti nel palazzetto dello sport di Valenzano e al Palacarrassi

Dopo il via libera di Aifa e Ministero della Salute sono riprese in Puglia le vaccinazioni anti Covid con Astrazeneca, sospese per alcuni giorni per verificare se vi fosse causalità tra alcuni casi di trombosi (su milioni di somministrazioni in tutta Europa) che hanno portato a decessi di persone vaccinate alcuni giorni prima e riprese dopo che l'Ema (Agenzia Europea del Farmaco) ha confermato la sicurezza dei prodotti. Le somministrazioni in Puglia sono ricominciate dalle 15. Riprogrammate anche quelle rimaste in sospeso nei giorni precedenti

 “Lo stop momentaneo all'uso del vaccino AstraZeneca non altera l'andamento della campagna – dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco - Questa pausa è stata necessaria per chiarire una cosa: tutti i vaccini contro il Covid19 sono ugualmente sicuri efficaci. La fiducia nella vaccinazione, unica arma che abbiamo a disposizione per tornare a vivere, non è dunque scalfita”. Nella giornata di oggi cento dosi di Astrazeneca sono state consegnate dalla Asl di Bari al Comando Legione Carabinieri di Bari (foto allegate) per la ripresa immediata delle somministrazioni. In questa fase, spiega la Regione, il vaccino Astrazeneca è destinato a Forze dell’ordine e amministrazione penitenziaria, personale di Scuola e Università. Per queste fasce la Puglia ha già raggiunto una copertura del 90% della platea con la prima dose.  Il Policlinico di Bari ha ripreso oggi, alle 15, le vaccinazioni con Astrazeneca per il personale universitario, dell’accademia e del conservatorio. Nella giornata di oggi sono in programma circa 300 somministrazioni. Procede regolarmente anche la campagna vaccinale all'Istituto Tumori dove sono in corso le vaccinazioni per gli operatori delle professioni sanitarie.

Asl Bari ha inoltre riprogrammato per domani mattina le somministrazioni (già fissate e poi sospese) di Astrazeneca per il personale docente e non docente nei due hub di Bari allestiti nel palazzetto dello sport di Valenzano e al Palacarrassi completando così la copertura con la prima dose di questa fascia. Nel frattempo si va avanti anche con i vaccini Pfizer e Moderna per gli over 80 in tutta la Puglia, sia negli hub allestiti dalle Asl (in allegato le immagini di questa mattina da Orsara, in provincia di Foggia) e anche a domicilio, come documentato nelle immagini a cura della Asl di Bari.

La prossima settimana, invece, partiranno le prime vaccinazioni con Pfizer nel carcere di Bari destinate a detenuti e agenti penitenziari con patologie che rientrano nei fragili secondo le disposizioni  ministeriali e sono state calendarizzate anche le vaccinazioni per tutti gli altri ospiti della casa circondariale con Astrazeneca.

Ad oggi, su 581.545 dosi consegnate, in Puglia ne sono state somministrate 483.672, pari all'82%, ovvero terzo posto nazionale in percentuale, dietro Valle d'Aosta e Provincia autonoma di Bolzano. Di queste 128.660 agli over 80, 83.257 al personale scolastico e universitario, 13.443 alle Forze dell’ordine (dati aggiornati alle ore 15.30 di oggi).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Puglia si riprende a vaccinare con Astrazeneca, Lopalco: "Sicuro ed efficace, arma per tornare a vivere"

BariToday è in caricamento