Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Vax Day in Puglia, Lopalco: "Solo l'inizio, ma importante. Medico che rifiuta vaccinazione non è degno di questo mestiere"

L'assessore alla Sanità pugliese: "Oggi una giornata simbolica". Sulla necessità degli operatori sanitari di vaccinarsi: "Medico deve dare esempio, spero di essere il primo a vaccinarmi nella fase uno"

"È solo l’inizio, però è un inizio importante. È una giornata simbolica perché la lotta a questo virus è partita contemporaneamente in tutta Europa, in tutta Italia e in tutte le province pugliesi", così l'assessore alla Sanità pugliese, Pierluigi Lopalco, questa mattina al Policlinico di Bari ha commentato l'avvio della campagna vaccinale, con le prime tre somministrazioni al personale sanitario. In Puglia sono in tutto 505 le primissime dosi arrivate e distribuite. "Oggi è anche per noi una giornata di test per verificare il funzionamento della macchina organizzativa della campagna vaccinale. La prima fase vera e propria inizierà nei prossimi giorni, man mano che arriveranno i quantitativi di vaccino necessari per vaccinare le prime 95mila persone in Puglia, operatori sanitari ed ospiti delle Rsa", ha spiegato ancora Lopalco.

"Fino ad ora abbiamo una adesione molto buona - ha aggiunto l'assessore riferendosi alle richieste di vaccinazione giunte dal personale sanitario pugliese - con 50mila persone già registrate sul nostro sito ma ricordiamo agli aventi diritto che fino alla fine dell’anno continueremo a prendere adesioni".

"Io spero di essere il primo a vaccinarmi nella fase uno. Il medico deve dare esempio - ha aggiunto ancora Lopalco, le cui dichiarazioni sono riportate dalla Dire - Il medico che rifiuta la vaccinazione non e' degno di questo mestiere".

L'epidemiologo ha quindi spiegato come avverrà nelle fasi successive la distribuzione dei vaccini. "Dopo il personale sanitario di ospedali ed Rsa, dopo gli anziani ospitati nelle Rsa toccherà a tutti gli anziani che stanno a casa poi si passerà dagli 80 anni in giù e poi le categorie di rischio", ha spiegato Lopalco. "Poi toccherà a chi professionalmente è a rischio come il personale scolastico che sarà vaccinato prima degli altri e poi via via toccherà a tutti gli altri - ha continuato l'epidemiologo - I giovani e i bambini saranno gli ultimi a essere vaccinati perché questo vaccino vale dai 16 anni in su. Prima di poter vedere il vaccino per età pediatrica dobbiamo aspettare qualche mese. Giovani e bambini saranno importanti per poi bloccare la circolazione ma questo avverrà nella fase 3 o 4".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vax Day in Puglia, Lopalco: "Solo l'inizio, ma importante. Medico che rifiuta vaccinazione non è degno di questo mestiere"

BariToday è in caricamento