Sala d'attesa, wi-fi e colonnine per la ricarica usb: tecnologia e design per la nuova velostazione del Policlinico

L'opera sarà finanziata grazie anche a un bando della Regione Puglia: gli interventi riguarderanno la fermata delle Fal e il Polipark, per complessivi 160 posti bici

La fermata ferroviaria Policlinico sarà dotata, in futuro, di una velostazione dotata di sala d'attesa, wi-fi e totem turistici informativi dove gli utenti potranno sostare aspettando il treno delle Ferrovie Appulo Lucane: il progetto, presentato dal Comune di Bari, ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Puglia e si inserisce nell'ambito della riqualificazione dell'area dopo la chiusura al traffico del passaggio a livello tra via delle Murge e via Generale Bellomo. 

Come sarà la velostazione Policlinico

L'opera prevederà anche una seconda parte d'interventi all'interno del parcheggio Polipark. Il primo 'step' vedrà una la riqualificazione di una zona da 100mq adatta per la sosta di 64 biciclette disposte su due file opposte secondo l'asse longitudinale. La velostazione sarà completamente automatizzata e lo spazio dedicato alle due ruote vedrà elementi prefabbricati che velocizzeranno gli interventi di realizzazione. Nell'area del Polipark, vi sarà una zona di sosta simile, per complessivle 96 biciclette. La velostazione sarà interamente videosorvegliata e vedrà impianti elettrici e un sistema per gli accessi con tessere magnetiche, Il servizio sarà gestito dall'Amtab. nella velostazione vi saranno anche colonnine dotate di prese elettriche e Usb per la ricarica di dispositivi teconologici. Il costo complessivo del progetto è di 353mila euro.

Decaro: "Sarà più comodo raggiungere il centro"

“La scelta di realizzare la velostazione in prossimità del Polipark, il quarto park and ride cittadino, e della stazione ferroviaria della FAL adiacente, offrirà agli utenti la possibilità di raggiungere il Policlinico comodamente in bici, posteggiarla all’interno del parcheggio dedicato alle due ruote e raggiungere il centro cittadino utilizzando un bus navetta o il treno - spiega il sindaco Antonio Decaro -. Un ulteriore vantaggio derivante da questo progetto è la possibilità di offrire un parcheggio protetto all’utenza del Policlinico, compresi i lavoratori e gli studenti universitari, che oggi sono costretti a lasciare le loro biciclette in posteggi di fortuna e in alcuni casi creando disagi ai pedoni. Questo è un progetto inserito nel PUMS - Piano urbano della mobilità sostenibile ,che prevede tra le altre cose lo sviluppo di una rete ciclabile che inquadra nelle stazioni e nei parcheggi di scambio dei nodi centrali per realizzare l’intermodalità del sistema di trasporto. Nei pressi del Policlinico, tra l’altro, il biciplan cittadino pianifica una fitta rete di piste ciclabili alcune delle quali sono già oggetto di progettazione, come la pista che attraverso via delle Murge raggiunge il centro abitato e di un’altra che collega l’ospedale con il centro percorrendo viale Salandra e via Capruzzi”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bari usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento