Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Rivoluzione in via Bruno Buozzi, due rotatorie per migliorare la sicurezza: "Cantieri a inizio 2021, pronte in 6 mesi"

"Parliamo - dice l'assessore Galasso - di un intervento atteso da moltissimo tempo. Un’operazione in continuità con quanto avvenuto con la realizzazione del ponte Adriatico, la cui apertura ha consentito di smaltire grandi volumi di traffico"

I lavori dei mesi scorsi

La Giunta comunale di Bari ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di due rotatorie in via Bruno Buozzi, nel quartiere Stanic, e per la sistemazione del tratto stradale compreso, per un importo di 1.575.000 euro.

L''intervento riguarderà sia l’allargamento del marciapiede di un tratto di via Buozzi sia l’esecuzione di due rotatorie, una all’intersezione con via Glomerelli e l’altra con viale Europa. All’incrocio con via Glomerelli sarà eliminato il semaforo per lasciare il posto ad una rotatoria, che valorizzerà la grande quercia esistente nell’area verde già di pertinenza degli alloggi di Arca Puglia, e a una sistemazione complessiva dei marciapiedi lungo via Buozzi fino all’incrocio con viale Europa, dove sarà eseguita la seconda rotatoria. Al termine degli interventi via Bruno Buozzi diventerà un viale alberato, dotato di pista ciclabile (lato alloggi popolari), parcheggi in linea su entrambe le direzioni di marcia e attraversamenti pedonali in sicurezza.

“Tecnicamente si tratta della prosecuzione dei lavori che l’anno scorso hanno consentito l’abbattimento del muro in via Glomerelli per offrire ai residenti degli alloggi popolari un camminamento più ampio e sicuro - dichiara l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso -, e che scegliemmo di eseguire  in previsione dell’appalto di manutenzione straordinaria delle strade, già avviato, e del perfezionamento del progetto ora approvato in giunta. Grazie a questo progetto via Bruno Buozzi cambierà completamente volto con una forte impronta green, dovuta alla piantumazione di diversi alberi su entrambi i lati della strada, e sarà percepita finalmente come una strada di quartiere e non più solo come un’arteria di ingresso in città. Insomma, un’operazione in continuità con quanto avvenuto con la realizzazione del ponte Adriatico, la cui apertura ha consentito di smaltire grandi volumi di traffico, che in precedenza intasavano questa strada, attraverso viale Tatarella e quindi l’asse nord sud".

"Parliamo - aggiunge Galasso - di un intervento atteso da moltissimo tempo, che prevediamo di avviare materialmente nei primissimi giorni del nuovo anno e di completare in circa sei mesi di cantiere. Contestualmente procederemo con il nuovo impianto di illuminazione, in analogia con quello già realizzato nella zona 167 di Palese attraverso la predisposizione di plinti e, attraverso un appalto successivo, l’installazione dei pali con luci a led. Saranno realizzati anche i nuovi pozzetti a griglia per la raccolta delle acque che confluiranno in un collettore presente al di sotto di via Buozzi risolvendo anche il problema legato ai ristagni d’acqua dopo le piogge. Saranno lavori di riqualificazione a tutto campo, che restituiranno dignità e comfort a quest’area della città, incidendo positivamente sulla qualità della vita dei residenti”.

(nella foto i cantieri dei mesi scorsi)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione in via Bruno Buozzi, due rotatorie per migliorare la sicurezza: "Cantieri a inizio 2021, pronte in 6 mesi"

BariToday è in caricamento