menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consulti al telefono o in presenza nelle parrocchie di Palese e Ceglie: i medici a sostegno degli indigenti

Partito questa mattina il progetto che vede in rete associazioni di volontariato con l’assessorato comunale al Welfare e le parrocchie Stella Maris di Palese e Santa Maria di Ceglie del Campo, nelle quali è attivo uno sportello della Caritas diocesana. Come funziona il servizio

Assistenza medica telefonica o colloqui socio-sanitari in presenza nelle parrocchie a Ceglie e Palese, grazie a un camper attrezzato dai medici volontari. È partito in mattinata il nuovo progetto del Welfare barese dedicato alle persone in stato di indigenza e agli anziani privi di una rete familiare di riferimento, che vede in rete diverse associazioni di volontariato in rete con l’assessorato comunale al Welfare e le parrocchie Stella Maris di Palese e Santa Maria di Ceglie del Campo, nelle quali è attivo uno sportello della Caritas diocesana.

Come funziona il servizio

Tutti i giorni, dalle 9 alle 12, è possibile contattare i numeri 338 2465896, 371 3923692 e 334 9446584, ai quali rispondono le volontarie delle Crocerossine d’Italia, per richiedere assistenza medica telefonica o per prenotare un appuntamento per un colloquio socio-sanitario, telefonico o in presenza, presso le due parrocchie, che si terrà a bordo del camper attrezzato dai medici volontari. "Ringrazio la rete delle associazioni promotrici di questa nuova azione solidale rivolta a chi vive una condizione di particolare fragilità psico-sociale e sanitaria e in molti casi necessita di ascolto, consigli, rassicurazioni e di monitoraggio, anche solo telefonico - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, intervenuta questa mattina alla partenza del progetto -. Alcune di queste realtà sono parte attiva della rete del Welfare già da diverso tempo e nell’ultimo anno hanno intensificato il proprio impegno volontario offrendo le proprie competenze e il proprio sostegno a chi è in maggiore difficoltà. In un contesto così complicato non è semplice riuscire a garantire il sostegno necessario a quanti ne hanno bisogno e a coloro i quali vivono una condizione di estrema precarietà, ed è per questo che l’apporto del mondo del volontariato è di fondamentale importanza per la tenuta della nostra comunità, perché nessuno si senta escluso o resti indietro".

Le associazioni partecipanti al progetto sono Medici con il camper, Nikolaos professor Nicola Damiani, Fondazione Nikolaos, sportello di ascolto caritas parrocchiali, Crocerossine d’Italia, Cardio online Europe, Associazione interforze osservatori sicurezza protezione civile e Cif Bari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento