Gli asparagi, ortaggi primaverili dal gusto amaro e deciso: le numerose proprietà benefiche racchiuse nei loro fusti

Gli ortaggi primaverili che vengono impiegati nella preparazione di numerosi piatti della cucina pugliese e che hanno un grande effetto sulla nostra salut: tutto sugli asparagi


Le nostre campagne pugliesi, in particolare quelle della murgia barese, ne sono davvero ricche, e si possono cogliere da marzo fino a fine giugno: stiamo parlando degli asparagi, gli ortaggi primaverili che vengono impiegati nella preparazione di numerosi piatti della cucina pugliese.

Essi appartengono alla famiglia delle Liliaceae, un'angiosperma monocotiledone. Sono una specie dioica caratterizzata da fiori maschili e femminili su piante diverse: i frutti (prodotti dalle piante femminili) sono piccole bacche rosse contenenti semi neri. La pianta è dotata di rizomi, fusti che crescono sotto terra formando un reticolo; da essi si dipartono i turioni, ovvero la parte epigea e commestibile della pianta.

Curiosità

L'asparago è un ortaggio dalle mille proprietà benefiche, già in antichità era molto apprezzato. Veniva coltivato e utilizzato nel Mediterraneo dagli Egizi e anche in Asia Minore. I Romani, a partire dal 200 a.C., avevano dei manuali in cui minuziosamente se ne espone la coltivazione.

Tipologie e usi in cucina

Esistono diverse tipologie di asparagi, queste si distinguono soprattutto per aspetto, sapore e tipo di coltivazione. Il suo gusto ricorda quasi quello del carciofo e in cucina viene molto utilizzato per numerose ricette, in particolare ricordiamo:

  • l'asparago bianco: germoglia interamente sotto terra (e quindi in assenza di luce) ed ha un sapore delicato.

  • L'asparago violetto: dal sapore molto fruttato, è in realtà un asparago bianco che riesce a fuoriuscire dal suo sito e, vedendo la luce, quindi a sua volta attuando la fotosintesi, acquista un colore lilla abbastanza uniforme. Ha un leggero gusto amaro.

  • L'asparago verde: germoglia alla luce del sole come quello violetto, ha però un sapore marcato e il suo germoglio possiede un gusto dolciastro.

Proprietà e benefici

Sono diverse le proprietà benefiche degli asparagi: utile a favorire la depurazione dell'organismo grazie al suo effetto diuretico, l'asparago può essere un ottimo coadiuvante contro gotta, calcoli renali, reumatismi e idropisia. In particolare, esso ha un ruolo attivo nella diminuzione di casi di eczema. L'asparago è ricco di asparagina, uno degli amminoacidi che serve alla sintesi proteicarutina che serve a rinforzare le pareti dei capillarimanganese e vitamina A che hanno un effetto benefico sui legamenti, sui reni e la pelle; inoltre è ricco di calciomagnesio e potassio. Studi recenti hanno indicato gli asparagi tra gli alimenti consigliati al fine di attuare una prevenzione del diabete di tipo 2. I principi attivi contenuti negli asparagi tramite esperimenti di laboratorio si sono rivelati in grado di agire favorendo la produzione di insulina e diminuendo i livelli di glucosio nel sangue. Infine, è l'ideale anche per una dieta sana ed equilibrata: contiene solo il 0,2 di grassi con un apporto calorico di 25 Kcal per 100 grammi, ed composto per il 90% di acqua. Ricapitolando, gli asparagi sono utili in caso di: 

  • glicemia alta;

  • ritenzione idrica;

  • ipertensione;

  • stipsi;

  • digestione difficile;

  • prevenire patologie cardiovascolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si chiama ''1997 BQ'' ed è il gigantesco asteroide in avvicinamento alla Terra

  • Incidente mortale sulla SS100: impatto camion-auto, strada chiusa al traffico

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Le Frecce Tricolori tornano a Bari: il 28 maggio tappa del 'Giro d'Italia' per le vittime del Covid-19

  • In Puglia 27 nuovi casi di Coronavirus, Lopalco rassicura sull'impennata dei contagi: "Numeri riferiti a periodi precedenti"

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

Torna su
BariToday è in caricamento