Combattere lo stress con il cioccolato fondente: i benefici sulla salute di questo dolce ingrediente

Quando si è stressati ci si può calmare con un quadratino di cioccolato. Fondente, non al latte. Così suggeriscono i ricercatori della Comenius University di Bratislava, che in uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition hanno sperimentato l’effetto di una singola somministrazione di cioccolato fondente

Quando si è stressati ci si può calmare con un quadratino di cioccolatoFondente, non al latte. Così suggeriscono i ricercatori della Comenius University di Bratislava, che in uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition hanno sperimentato l’effetto di una singola somministrazione di cioccolato fondente o al latte su un gruppo di donne sane, sia a riposo che durante un episodio di stress.

Cosa contiene il cacao amaro?

Il cacao amaro è ricco di flavonoidi e in particolare di epicatechina, dotata di un marcato effetto antiossidante e di un’azione vasodilatante, con riduzione delle resistenze vascolari periferiche. La concentrazione di epicatechina è tanto più alta quanto maggiore è il contenuto di cacao nel prodotto finito. Il cioccolato fondente, quindi, ne è più ricco del cioccolato al latte.

Gli studi precedenti

La letteratura scientifica ha dimostrato che l’assunzione costante (da 1 a 18 settimane) di cacao amaro e prodotti che lo contengono, sia che cibi che bevande, è in grado di ridurre la pressione nei soggetti ipertesi o pre-ipertesi, e anche in quelli obesi (in particolare anziani). Altre ricerche hanno poi evidenziato come 70 grammi di cioccolato fondente possono migliorare la dilatazione dei vasi sanguigni nei fumatori privi di patologie evidenti. Se il contenuto di cacao è alto (quindi almeno del 75%), gli stessi risultati si possono ottenere anche con soli 40 grammi di cioccolato.

Il nuovo studio

Lo studio condotto a Bratislava, invece, ha indagato l’effetto del cacao amaro su pressione e battito cardiaco in caso di stress (lo svolgimento di un test matematico) su un gruppo di donne sane e non fumatrici. Gli esperti hanno confrontato gli effetti di una porzione di cioccolato al latte (30% di cacao) e fondente (85% di cacao) in tre situazioni: a riposo, durante lo stress mentale e due ore dopo il consumo dei due tipi di cioccolato.

Pressione e frequenza cardiaca più controllate

Durante lo svolgimento del test matematico tutti i parametri valutati (pressione e soprattutto frequenza cardiaca) sono aumentati in entrambi i gruppi di trattamento (cioccolato al latte o amaro). Tuttavia l’aumento è stato significativamente ridotto (del 10/20%) nelle giovani che avevano mangiato cioccolato fondente.

Cioccolato fondente per gestire lo stress quotidiano

Questa ricerca contribuisce a confermare che un consumo calibrato di cioccolato ad alto tenore di cacao, probabilmente grazie all’apporto di flavonoidi, può contribuire a tenere sotto controllo l’eccessiva reattività di alcuni parametri, causati dagli stimoli stressori tipici della vita quotidiana.

Fonte: studio pubblicato su Journal of the American College of Nutrition

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

Torna su
BariToday è in caricamento