rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Alimentazione

Ridurre i carboidrati nella dieta: quali sono i vantaggi per chi ha difficoltà a perdere peso

Una dieta a basso contenuto di carboidrati comporta una serie di benefici. Ma per qualsiasi cambio di alimentazione è sempre meglio chiedere un consulto medico

L'alimentazione è importante per chi decide di perdere peso. Oggi esistono una serie di piani personalizzati e le diete consigliate sono tante e diverse, da quella a zona a quella Paleo e poi ancora si potrebbero elencare molte altre. Oggi vi parliamo di un'alimentazione a 'basso contenuto di carboidrati' e alcune informazioni a riguardo.

Alcuni studi sui carboidrati

Pur variando da persona a persona la quantità di carboidrati che può essere consumata in base all'età, al sesso, allo svolgimento dell'attività fisica è indicata dalla FDA (Food and Drug Administration) che fornisce importanti linee guida di riferimento.

Secondo la FDA una dieta di 2000 calorie al giorno dovrebbe essere contraddistinta dall'assunzione massima di 300 grammi di carboidrati.

Uno studio condotto da una università americana nel 2008 ha dimostrato che la dieta a basso contenuto di carboidrati può avere la funzione di diminuire l'appetito, abbassare la glicemia e ridurre i valori dei trigliceridi. 

Un altro studio dell'Università di Stanford ha inoltre dimostrato che la dieta a basso contenuto di carboidrati consente di prevenire le malattie metaboliche, in primis il diabete e di ridurre le dimensioni delle cellule adipose. 

Lo studio ha inoltre dimostrato che, per esempio, una perdita di peso di circa 5 kg ha comportato nei soggetti interessati una migliore resistenza all'insulina. 

Una buona idea per chi vuole intraprendere una dieta di questo genere è comunque quella di evitare i carboidrati non sani (alimenti e bevande con zuccheri aggiunti) e preferire altre fonti di carboidrati come carni magre, uova, verdure. 

Farebbero bene a non intraprendere una dieta di questo tipo coloro che sono nel periodo dell'allattamento o che soffrono di ipertensione.

Ad ogni modo, come sempre, prima di intraprendere un qualunque tipo di regime alimentare è sempre preferibile rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ridurre i carboidrati nella dieta: quali sono i vantaggi per chi ha difficoltà a perdere peso

BariToday è in caricamento