Proprietà e benfici della Maggiorana: come usare l'erba aromatica molto simile all'origano

Sembra origano ma non lo è, si usa tanto in cucina per insaporire i piatti e come infuso: i numerosi usi della maggiorana

Le spezie e le erbe aromatiche usate in cucina sono importanti non soltanto perchè migliorano le caratteristiche organolettiche del piatto, ma anche perchè aiutano la digestione. Oggi parliamo di un'erba aromatica dal sapore molto simile a quella dell'origano, l'origano maggiorana (Origanum majorana L.), nativa dell’Africa nord orientale e dell’Asia orientale, ha un fusto alto fino a quasi un metro, con delle foglie piccole, vellutate e dal margine liscio.

Proprietà benefiche

Una proprietà riconosciuta a questa erba aromatica è quella calmante, molto utile per combattere lo stress, il mal di testa, l’insonnia e gli stati d’ansia. Per sfruttare al meglio le proprietà della maggiorana il modo più semplice consiste nel lasciare in infusione, per qualche minuto e in acqua calda, qualche foglia secca. Questo infuso si presta come ottimo rimedio naturale, come bevanda digestiva a fine pasto ed ha anche importanti proprietà antinfiammatorie (contro mal di gola, tosse, raffreddore). La maggiorana si presenta poi come potente antiossidante: alcuni elementi in essa contenuti, come le vitamine A e C, il betacarotene, la luteina e i flavonoidi sono infatti attivissimi nel combattere i radicali liberi, giocando così un ruolo chiave contro l’invecchiamento del nostro organismo.

Usi

Il sapore e l’aroma delle foglie di maggiorana ricordano quello dell’origano, seppure intensificati. L’utilizzo della maggiorana è variegato: le parti aeree della pianta possono essere consumate sotto forma di infuso. Ad uso alimentare, poi, le foglie di questa pianta vengono ampiamente utilizzate per aromatizzare diversi piatti in cucina. Infine, le proprietà benefiche contenute nei dei fiori e nelle foglie di maggiorana possono essere assimilate attraverso il suo olio essenziale che si ricava dai fiori essiccati della pianta, tramite distillazione in corrente di vapore.

Valori nutrizionali

La maggiorana è composta per l’8% da acqua, il resto si divide tra fibre (40%), grassi (7%), ceneri (21%), proteine (12%) e zuccheri (4%). Questa erba aromatica contiene molti minerali come il calcio, il manganese, il selenio, lo zinco, il fosforo, il sodio, il magnesio, il ferro, il rame e il potassio, tutti presenti nelle sue foglie. Non mancano nemmeno le vitamine, come la vitamina A, la vitamina C, alcune vitamine del gruppo B, e le vitamine E, K e J. Infine, l’olio essenziale è ricco di flavonoidi, terpeni e tannini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

Torna su
BariToday è in caricamento