Giovedì, 17 Giugno 2021
Alimentazione

Tutti i segreti per capire se il pesce è fresco

Molluschi, polpi, seppie, vongole e ogni sorta di bontà di mare sta per riempire le nostre tavole natalizie. La vigilia di Natale è d'obbligo infatti mangiare il pesce in ogni sua forma ma bisogna stare attenti quando si va al mercato: è importante sapere se il pescato è fresco e soprattutto la sua provenienza

©Angela Potenza

Molluschi, polpi, seppie, vongole e ogni sorta di bontà di mare sta per riempire le nostre tavole natalizie. La vigilia di Natale è d'obbligo infatti mangiare il pesce in ogni sua forma ma bisogna stare attenti quando si va al mercato: è importante sapere se il pescato è fresco e soprattutto la sua provenienza. A tal proposito Coldiretti sta cercando di impegnarsi a fondo, facendo partire iniziative nei Mercati di Campagna Amica che hanno come obiettivo la vendita diretta, la semplificazione e la tracciabilità.

ll consiglio di Coldiretti Impresapesca è di verificare sul bancone l’etichetta, che per legge deve prevedere l’area di pesca (Gsa). Le provenienze da preferire sono quelle dalle Gsa 9 (Mar Ligure e Tirreno), 10 (Tirreno centro meridionale), 11 (mari di Sardegna), 16 (coste meridionali della Sicilia), 17 (Adriatico settentrionale), 18 (Adriatico meridionale), 19 (Jonio occidentale), oltre che dalle attigue 7 (Golfo del Leon), 8 (Corsica) e 15 (Malta).

Per quanto riguarda il pesce congelato c’è l’obbligo di indicare la data di congelamento e nel caso di prodotti ittici congelati prima della vendita e successivamente venduti decongelati, la denominazione dell’alimento è accompagnata dalla designazione “decongelato”.

 
Il falso pesce made in Italy

Nome vero del prodotto                                    Spacciato per:
Pangasio del Mekong                                        Cernia
Halibut                                                                Sogliola
Squalo smeriglio                                                Pesce spada
Filetto di brosme                                                Baccalà
Pesce ghiaccio                                                   Bianchetto
Pagro                                                                 Dentice rosa

 

I segreti per scegliere il pesce fresco 

  • Acquistarlo, laddove possibile, direttamente dal produttore che garantisce la freschezza del pescato;
  • Verificare sul bancone l’etichetta, che per legge deve prevedere la zona di pesca;
  • Verificare che la carne abbia una consistenza soda ed elastica, che le branchie abbiano un colore rosso o rosato e siano umide e gli occhi non siano secchi o opachi, mentre l’odore non deve essere forte e sgradevole;
  • Per molluschi e mitili, è essenziale che il guscio sia chiuso;
  • Per i gamberi verificare che non abbiano la testa annerita;
  • Meglio non scegliere i pesci già mutilati della testa e delle pinne.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti i segreti per capire se il pesce è fresco

BariToday è in caricamento