rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Salute

All'ospedale Giovanni XXIII un nuovo apparecchio per le fratture dei più piccoli: poche radiazioni e massima precisione

L'acquisto con fondi FESR all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII: l'apparecchio consente di intervenire su pazienti molto piccoli e produce una bassa dose di radiazioni

Un apparecchio avanzato in grado di evidenziare la frattura, con una bassa dose di raggi, e di consentirne la riduzione o l’applicazione di mezzi di sintesi metallici. È l’ultimo acquisto dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari in dotazione alle unità operative di Radiologia e Ortopedia, dirette da Giandomenico Stellacci e Daniela Dibello. Si tratta di un arco a c supermoderno e sofisticato a misura di bambino: la strumentazione consente infatti di poter intervenire su pazienti molto piccoli e produce una bassa dose di radiazioni. Attraverso l’apparecchio inoltre è possibile eseguire interventi di microchirurgia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'ospedale Giovanni XXIII un nuovo apparecchio per le fratture dei più piccoli: poche radiazioni e massima precisione

BariToday è in caricamento