Salute

Aneurisma aortico addominale: screening gratuito per le donne negli ospedali con i Bollini Rosa di Bari e provincia

Gli ospedali aderenti del network Bollini Rosa, fra cui l’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari, offriranno gratuitamente alla popolazione servizi clinico-diagnostici e momenti informativi come visite specialistiche, colloqui telefonici con gli specialisti, esami diagnostici, info point, conferenze e distribuzione di materiale informativo

Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata Mondiale del Cuore, promuove il 29 settembre il primo (H)-Open Day dedicato all’aneurisma aortico addominale. Gli ospedali aderenti del network Bollini Rosa, fra cui l’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari, offriranno gratuitamente alla popolazione servizi clinico-diagnostici e momenti informativi come visite specialistiche, colloqui telefonici con gli specialisti, esami diagnostici, info point, conferenze e distribuzione di materiale informativo.

“Obiettivo della giornata sarà quello di promuovere la consapevolezza e la corretta informazione dell’aneurisma aortico addominale, patologia cardiovascolare che colpisce 84.000 italiani, soprattutto uomini oltre i 65 anni, con circa 27.000 nuovi casi diagnosticati ogni anno nel nostro Paese” – commenta Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda.

L’aneurisma aortico addominale consiste in una dilatazione localizzata e permanente di un’arteria, l'aorta addominale appunto, caratterizzata da un aumento di diametro di almeno il 50%. Familiarità, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia e fumo costituiscono i principali fattori di rischio, oltre a genere ed età. È tipicamente asintomatica e i sintomi compaiono nel momento in cui l’aneurisma si complica; la complicanza di gran lunga più frequente e più grave è la rottura dell’aorta, evento che causa 6.000 morti ogni anno in Italia. “Ecco perché prevenzione e diagnosi precoce sono le strategie più efficaci per contrastarla” - continua Merzagora. “Per questo abbiamo coinvolto gli Ospedali con i Bollini Rosa in un Open Day, per offrire a tutta la popolazione una giornata dedicata alla prevenzione, favorendo così la diagnosi precoce che consente di prevenire la complicanza più temibile che è la rottura dell’aneurisma”.

L’iniziativa gode del patrocinio di SICVE (Società Italiana di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare) ed è resa possibile anche grazie al contributo incondizionato di Medtronic.

L’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ di Bari partecipa all’iniziativa con attività di screening per l'aneurisma dell'aorta addominale mediante tecnica 'opportunistica ecocardiografica'. Lo screening è riservato alle donne che, nella giornata del 29 settembre, hanno già prenotato esami cardiologici nell'Istituto. Se lo screening fosse negativo, nessun referto verrà rilasciato; viceversa, qualora si dovesse verificare ectasia e/o aneurisma, alle pazienti saranno indicare esami specialistici di approfondimento per la presa in carico globale delle pazienti.

Qui gli ospedali aderenti

  • Azienda Ospedaliero Universitaria Consorziale Policlinico
  • IRCCS Istituto Tumori Giovanni Paolo II
  • Ospedale della Murgia Fabio Perinei
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aneurisma aortico addominale: screening gratuito per le donne negli ospedali con i Bollini Rosa di Bari e provincia

BariToday è in caricamento