Lavatrice: quale scegliere per ottenere efficienza e risparmio

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più usati in casa. La scelta si basa su alcune caratteristiche ed esigenze pratiche. Ecco alcuni consigli

Scegliere la lavitrice giusta non è poi così facile anche perchè in commercio ci sono tanti modelli e il mercato offre diverse alternative in base al prezzo, al funzionamento e al carico. Come fare? Il primo passo da seguire è quello di decidere in base alle nostre esigenze. Ecco alcuni consigli utili.

Capienza di carico

Prima di acquistare occorre bene valutare la quantità di bucato che abbiamo bisogno di lavare e con che frequenza. Dobbiamo valutare quanti panni laviamo in media in una settimana e il tempo che abbiamo a disposizione per farlo. Questo perchè se laviamo più frequentemente avremo bisogno di una lavatrice con un carico medio altrimenti se laviamo una volta a settimana, per mancanza di tempo, ci troveremo a lavare sicuramente più capi e avremo bisogno di un a lavatrice con un carico maggiore. Molti produttori sponsorizzano e rendono più accattivanti e utili le lavatrici in grado di lavare piumini e coperte grazie al carico massimo da 12 kg. Ma in realtà quante volte laviamo i piumini? Spesso i modelli più capienti sono anche quelli che costano di più e non sono sempre sono quelli che lavano meglio.

Modalità di carico: frontale o dll'altro

Un altra cosa da non sottovalutare sono le dimensioni in base alle quali si può trovare la lavitrice con carica frontale e con profondità classica di circa 60cm, quella con carica dall'alto, utile quando c'è poco spazio o in situazioni particolari, e quella slim con carica frontale necessaria per chi ha davvero poco spazio e non ama la carica dall'alto. Quelle con carico frontale generalmente garantiscono prestazioni di lavaggio migliori rispetto a quelle slim o con carica dall'alto.

Numero di giri

Anche il numero di giri della centrifuga è importante. Possono partire dagli 800 giri standard dei modelli più economici fino ad arrivare ai 1800 giri al minuto nei modelli più costosi. Puntare su modelli a 1.400 o 1.600 giri non incrementa di molto le prestazioni di centrifuga. Inoltre, le alte velocità di centrifuga sono una delle principali cause di stress meccanico della lavatrice con conseguente riduzione del ciclo di vita dei singoli ingranaggi.

Un giusto compromesso tra una lavatrice da 1.000 o da 1.2000 giri è perfetta per soddisfare le esigenze più comuni durante i cicli di lavaggio. Questi numeri di giri garantiscono il risparmio economico.

Detto questo si può concludere comunque che la scelta della lavatrice dipende sempre dal tipo di esigenze che si hanno in casa. La giusta scelta ricade laddove c'è un buon compromesso tra costo, carico e dimensioni.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Evitare i furti in casa: i consigli utili con il decalogo della sicurezza

  • Aiuto millepiedi in casa! Come tenerli lontani con poche e semplici mosse

  • Cimici in casa: come tenerle lontane con 4 rimedi naturali

  • Riscaldamento, a Bari termosifoni accesi dal 15 novembre

  • Pulire i vetri di casa in autunno: i trucchi per farli brillare

  • Rincari in bolletta per luce e gas: come avere sconti e pagare meno

Torna su
BariToday è in caricamento