Il cappotto termico: risparmio in casa d'estate e d'inverno

I sistemi di isolamento a cappotto consentono di ripsrmiare in bolletta e di avere una casa ad alta efficienza energetica

Comfort abitatito e abitare sostenibile: questi sono i concetti base delle nuove costruzioni. L' abitare sostenibile non è solo riservato all'idea di costruire edifici con materiali ecologici e ad alta efficienza energetica ma comporta anche indagare sulle svariate implicazioni dell'abitare sul piano ambientale, economico, sociale e gestionale. 

Oggi si sente molto spesso parlare di 'abitare sostenibile e sostenibilitrà'. Non sempre però sono chiari i parametri di riferimento per i quali un edificio si possa definire sostenibile. Abitare sostenibile implica in primo luogo realizzare un isolamento ottimale dal caldo e dal freddo, in grado di ridurre i consumi, far risparmiare denaro agli abitanti ed energia alla casa e assicurare un basso impatto ambientale offrendo un habitat confortevole e salubre.

Cosa si intende per costruzione sostenibile

La scelta degli impianti, i serramenti, le vernici, gli arredi e gli accessori per interni devono essere coerenti con un progetto basato sul risparmio energetico e la sostenibilità. Per conseguire il risultato di un edificio realmente sostenibile, l’attenzione alla qualità dei prodotti impiegati è una questione di estrema importanza. 

Isolamento termico a cappotto

Per l' isolamento termico a cappotto occorre scegliere sistemi certificati dal produttore, e non ricorrere a prodotti assemblati con materiali di diversa provenienza e non testati per garantire, assieme, la massima efficacia. Ma se l’efficacia del cappotto nel periodo invernale è un tema noto e comprovato, ancora in molti credono che il sistema di isolamento a cappotto non porti particolari benefici nel periodo estivo e quindi anche nei climi caldi. 

In realtà il cappotto termico risulta efficace anche in estate e nei paesi caldi.

In estate e in inverno

Numerosi sono i benefici generati dall’isolamento termico dell’involucro nelle diverse fasi stagionali. In tutte le zone climatiche europee, l’aumento del livello di isolamento genera una sensibile diminuzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento invernale. Un maggiore livello di isolamento permette di ridurre del 50% la quantità di frigorie richieste nel periodo estivo e quindi di dimezzare il consumo elettrico dei condizionatori per il raffrescamento.

I benefici dell’isolamento, nei climi mediterranei, non riguardano solo la riduzione del consumo di energia ma anche il livello di comfort degli ambienti abitati. In climi caldi o in presenza di forte irraggiamento solare, è consigliabile adottare sistemi di isolamento a cappotto con finiture chiare con alta riflessione alla luce o, nel caso si vogliano usare colori scuri, soluzioni termoriflettenti con alto Tsr (Total Solar Reflection, indice che tiene conto della riflessione di tutto lo spettro solare, visibile più infrarosso) in modo da non surriscaldare la facciata e non sollecitare inutilmente il sistema isolante.

Per maggiori informazioni consultare Cortexa e Orca, l'Osservatorio Regionale abitativo della condizione abitativa della regione Puglia  

Alcuni riferimenti

Clima House srls Valenzano - Via Cesare Battisti , 29

Edilizia Rutigliano srl Bari - Alfredo Giovine , 67/D

ANDREW COSTRUZIONI SRL Triggiano - Via Virgilio , 220

Saver service societa cooperativa Bari - Piazza Garibaldi , n°46

I.E.Ristrutturazioni Bari - Via G.salvemini , O/2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Evitare i furti in casa: i consigli utili con il decalogo della sicurezza

  • Aiuto millepiedi in casa! Come tenerli lontani con poche e semplici mosse

  • Cimici in casa: come tenerle lontane con 4 rimedi naturali

  • Riscaldamento, a Bari termosifoni accesi dal 15 novembre

  • Pulire i vetri di casa in autunno: i trucchi per farli brillare

  • Rincari in bolletta per luce e gas: come avere sconti e pagare meno

Torna su
BariToday è in caricamento