rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Ristrutturare

Garage prefabbricato: permessi, tipologie e materiali per costruirne uno

Custodire l'auto in un box prefabbricato: la soluzione ottimale per proteggere la macchina quando si ha disposizione un budget ridotto

In una città come Bari si fa sempre più difficoltà a cercare parcheggio. I posti a disposizione sono sempre pochi e affittare un garage non sempre è conveniente. Chi vive in una casa con un posto esterno abbastanza grande, potrebbe optare per la costruzione di un garage così da proteggere la macchina dall'usura causata dalle intemperie o da possibili furti.

Se la costruzione di un box auto in cemento ci sembra costosa e definitiva, possiamo optare per quelli prefabbricati che non servono interventi costosi. Vediamo quali sono i modelli, come costruirli e quali permessi richiedere.    

Quali permessi chiedere

Quando si decide di costruire un garage, che sia prefabbricato o no, è importante chiedere i permessi al comune di residenza. Anche se le procedure variano da zona a zona, bisogna rivolgersi allo Sportello Unico per l’Edilizia del nostro Comune.

Se il box auto è fisso, il garage viene considerato nuova costruzione, quindi ha bisogno del permesso di costruire. Oltre a questo, anche nel caso di un prefabbricato si ha bisogno della SCIA (Segnalazione Certificato di Inizio Attività) una comunicazione, a cui va associata la relazione di un tecnico. Se scegliamo di affidarci ad una ditta, sarà lei ad occuparsi anche della parte burocratica.

Tipologie di box prefabbricati

I materiali per realizzare il box sono tanti e ognuno è pensato per risponder al meglio alle nostre esigenze. Tra questi ci sono:

  • Legno: quando si sceglie questo materiale si deve anche prendere in considerazione lo spessore dei pannelli per assicurare un buon livello di isolamento. I migliori sono quelli con uno spessore che va dai 34 ai 44 mm perfetto anche per durare nel tempo e resistere alle intemperie. Un altro vantaggio di questo materiale è la resa estetica perché consente di realizzare box auto di design rispetto agli altri materiali. Il limite del legno è quello di assorbire l’umidità ed essere sottoposto a deformazioni, per questo ha bisogno di una manutenzione costante anche da parte di professionisti
  • Lamiera: questo materiale resistente è perfetto se viviamo in una zona in cui il clima è particolarmente rigido in inverno perché è in grado di resistere a neve, pioggia, vento e a qualsiasi tipo di intemperie. Inoltre, il costo contenuto, lo rende perfetto se abbiamo un budget basso e dura nel tempo. Facile da montare, potete anche scegliere la soluzione coibentata per assicurare la massima protezione alla macchina. Meno accattivante rispetto al legno, può essere abbellito con la resina acrilica
  • Calcestruzzo: solido e resistente, il box auto realizzato con questo materiale è estremamente flessibile e può essere montato e smontato facilmente. Alcuni pannelli possono essere arricchiti da finestre laterali per adattarsi al meglio alla struttura della casa. Il limite è una costruzione elaborata che comporta anche costi più alti
  • Coibentato: perfetto se vogliamo creare un ambiente con isolamento termico, resiste bene agli agenti atmosferici ed è perfetto per creare un ambiente sicuro, ma i costi di realizzazione sono i più alti

Come costruire un garage prefabbricato

Costruire un garage prefabbricato non è semplice, anche se si è appassionati di fai da te è sempre bene farsi aiutare dai professionisti . Un materiale dal materiale che scegliamo prima di montare il box auto dobbiamo realizzare una base in cemento perché su di essa si dovrà montare la struttura con il tetto. Una volta eretto il garage non resta che installare gli impianti e rifinire box.   

Prodotti in linea

Scatola in acciaio zincato

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garage prefabbricato: permessi, tipologie e materiali per costruirne uno

BariToday è in caricamento