Pentole in rame: caratteristiche e vantaggi

Le pentole in rame non sono solo elementi d'arredo ma ottimi strumenti per cucinare piatti gustosi. Scopri le caratteristiche per cui preferirle nella tua cucina

Ingredienti genuini e biologici sono gli elementi centrali della buona cucina, ma anche gli strumenti, quelli giusti, giocano un ruolo importante per la cottura dei cibi. Abbiamo sempre visto cucinare i più grandi chef nelle pentole di rame, sicuramente non perchè fanno scena, ma perchè, come detto prima, questa tipologia di pentole fornisce rinomate prestazioni per la presenza del rame, un buon conduttore di calore. Vediamo insieme perchè preferirle alle tradizionali in acciaio.

Caratteristiche e vantaggi

Avere una cucina con delle pentole e padelle di rame in esposizione, è sicuramente un bellissimo colpo d'occhio, ma il pentolame in rame non è solo un grande elemento d'arredo, ma lo strumento preferito da chi si cimenta ai fornelli. Gli appassionati di cucina lo sanno bene perchè il rame è un grande materiale per la cottura dei cibi:

  • ha un elevata conducibilità termica di gran lunga superiore rispetto all’acciaio, circa 10 volte di più;
  • è il top in cucina perchè garantisce una cottura omogenea e priva di bruciature, mantenendo costante la temperatura;
  • utilizzato in particolare per la cottura di risotti, creme e cibi che necessitano di cotture lunghe, a basse temperature e costanti. Il rame scaldandosi velocemente mantiene anche in maniera stabile il calore una volta raggiunta la temperatura desiderata;
  • ha un costo più elevato rispetto ad altri materiali perchè caratterizza questa tipologia di pentole realizzate al loro interno con un rivestimento metallico per uso alimentare che protegge il cibo da eventuali di reazioni chimiche che possano alterare la loro commestibilità;
  • garantisce maggiore sicurezza igienica;
  • contribuisce inoltre al risparmio energetico.

Svantaggi

Tra gli svantaggi rientrano i costi elevati rispetto al comune pentolame e la necessità di dover fare di tanto in tanto la manutenzione, ossia la rigenerazione interna della padella, la cosìddetta stagnatura: si riveste la parte interna di uno strato di stagno necessario a proteggere i cibi, durante la cottura, dalla formazione di verderame. Oggi ci sono pentole in rame rivestite all'interno di una lamina di acciaio la quale garantisce il contatto sicuro con i cibi.

Consigli per la pulizia

Le pentole in rame non si lavano in lavastoviglie perchè i continui lavaggi potrebbero usurare più velocemente la lamina protettiva interna. Mai usare spugne e pagliette di ferro per le pentole di rame rivestito di stagno, si rovinano. Inoltre se ci sono incrostazioni non serve usare prodotti aggressivi ma solo un antico rimedio naturale, ossia lasciare in ammollo le pentole in acqua, aceto e sale. Per la pulizia della parte esterna invece potete usare un prodotto specifico per ottone e rame.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: cosa sapere prima di acquistare

  • Zanzare fastidiose: le soluzioni green per tenerle lontane da casa

  • Ruggine su cancelli e ringhiere: i rimedi per eliminarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento