Ce l’abbiamo fatta! Puglia: 220 mila volte grazie!

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il 7 luglio 2016 i furgoni del Comitato Nazionale del Referendum Scuola hanno varcato i portoni della Cassazionedi piazza Cavour, a Roma, per depositare tante, tantissime firme di chi intende difendere la Scuola della Costituzione contro la cosiddetta "buona scuola" del governo e di confindustria.

Più di 515 mila cittadini e cittadine hanno firmato i 4 distinti quesiti di oltre 2 milioni di firme!

Fondamentale il contributo della nostra regione, che ha fornito oltre il 10% del totale nazionale!Ecco i numeri definitivi che descrivono il lavoro del Comitato Promotore Pugliese,articolato nei vari comitati locali:

Firme: 218.500 ovvero circa 55.000 per quesito, così ripartite:

Bari: 33.200, Bat: 4.800, Brindisi: 3.000, Lecce: 2.700, Foggia 7.500, Taranto: 3.400 !

Un risultato eccellente dal punto di vista numerico, moltosignificativo dal punto di vista politico.

Quale il segreto "politico" di questo incredibile risultato? La molteplicità dei soggetti impegnati nei vari comitati, nelle assemblee e nei banchetti, che, pur essendo espressione di differenti orientamenti sindacali e politici, non ha inteso questa differenza in termini disgreganti, ma, al contrario, l'ha intesa e vissuta come valore positivo e unitario: comitato LIP-Bari (Legge di Iniziativa Popolare per la scuola della Repubblica), FLC-Cgil, Gilda, Cobas, Adam, Link, UDS, Convochiamoci per Bari, Rete della Conoscenza, Zona Franka, Articolo 33, Rifondazione Comunista, M5S, L'altra Europa per Tsipras, L'altra Puglia,Risorgimento Socialista, SIe tanti, tanti cittadini e cittadine, docenti, studenti e genitori.

Ma, soprattutto, ci sono i 54.600 che hanno accettato di dialogare con noi, di confrontarsi e firmare.Tra di loro esponenti del mondo della cultura e delle istituzioni quali il filosofo Gianni Vattimo, i proff. Luciano Canfora e Corrado Petrocelli, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il presidente del Consiglio Regionale Mario Loizzo e l'on. Francesco Cariello.

La scuola pubblica ringrazia le lavoratrici e i lavoratori, i tanti volontari, gli autenticatori e il personale degli ufficielettorali, che hanno contribuitoa questa impresa e le organizzazioni che ci hanno accolto e sostenuto in questi tre mesi.

Se il primo passo è stato compiuto con soddisfazione, ora si procederà ad organizzarei successivi, sempre nella difesa della scuola pubblica, laica e democratica secondo il paradigma della Costituzione.

Il Comitato Promotore Pugliese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento