rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

Cantina "Enologo per Amore" di Giovanni Aiello

Dopo aver consolidato il suo brand sul mercato, Giovanni Aiello ha messo radici. Ha scelto un luogo dove sorge una cantina eretta nel 1870, appartenuta alla famiglia Laterza di Putignano. Con la crisi degli anni ‘50, la struttura ha vissuto alterni destini. Prima è stata trasformata in un ristorante, che ha guadagnato il primato di essere il primo del sud-est barese. Diretto da Angelo Consoli, il suo nome era Borgo di Fuoco, è diventato famosissimo anche perché qui era possibile mangiare nelle botti. Dopo la sua chiusura, nel 2015, la cantina è diventata una discoteca. Dopo il Covid, Aiello ha deciso di riportare quel luogo alla sua originaria missione. Così 150 anni dopo, la struttura è tornata a essere una cantina. Interamente costruita in pietra e terra, senza un grammo di cemento, si trova a un'altitudine di 410 metri con vista mare. Ci sono circa 700 metri di cantine sotterranee di pietra bianca, con una parte scavata a mano nella roccia. La sua unicità sta proprio nel suo non essere una delle tante masserie riadattate, ma una vera e propria cantina, da sempre votata alla produzione di vino.

Giovanni Aiello (1)

Si parla di Cantina "Enologo per Amore" di Giovanni Aiello

Dove Strada Comunale Cacciottoli, 1 Putignano

Potrebbe interessarti

Cantina "Enologo per Amore" di Giovanni Aiello

BariToday è in caricamento