Cronaca

Castellana: fatture false per 4 milioni, tv locale truffava il fisco

Il raggiro, scoperto dalla Guardia di Finanza di Monopoli, vedeva coinvolte tre diverse società. La truffa sarebbe servita anche ad ottenere i contributi pubblici per l'editoria erogati dal Corecom

Uno scambio di false fatture relative a spot pubblicitari e prestazioni mai effettuate tra tre diverse società: era questo il sistema utilizzato da un'emittente televisiva di Castellana Grotte per truffare il fisco e sottrarsi al pagamento delle tasse.

EVASIONE E CONTRIBUTI PUBBLICI - Un raggiro scoperto dagli uomini della Guardia di Finanza di Monopoli, che attraverso una serie di controlli incrociati e verifiche hanno accertato una maxievasione da 4,3 milioni di euro. Il meccanismo della truffa, oltre che per azzerare il debito nei confronti dell'erario, veniva utilizzato anche per gonfiare il fatturato in modo da garantire all'emittente televisiva l'accesso ai contributi pubblici erogati dal Comitato regionale per le comunicazioni.

L'intervento della Guardia di Finanza ha permesso di recuperare a tassazione circa 1,5 milioni di euro per le imposte dirette e 450mila euro per l'IVA. Il rappresentante legale delle tre società è stato denunciato alla magistratura per "dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti", "dichiarazione infedele" ed "emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti" (art.2, 4 e 8 del d.lgs.74/2000).
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castellana: fatture false per 4 milioni, tv locale truffava il fisco

BariToday è in caricamento