5 dicembre giornata internazionale volontariato

5 DICEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE VOLONTARIATOLega del Filo d'Oro: "il numero dei volontari supera quello dei dipendenti"Da oltre 50 anni risorsa irrinunciabile per l’Associazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Lega del Filo d'Oro: "il numero dei volontari supera quello dei dipendenti"

Da oltre 50 anni risorsa irrinunciabile per l’Associazione

Il volontariato rappresenta un valore fondante della Lega del Filo d’Oro: gestito dal Settore Attività Associative e Volontariato viene coordinato, nelle diverse sedi dell’Ente, attraverso la presenza di responsabili ai quali fanno riferimento i singoli gruppi. Anche i componenti del Consiglio di Amministrazione, del Collegio dei Revisori dei Conti e dei vari Comitati sono volontari. Si tratta, insomma, di un patrimonio di competenze assolutamente eterogeneo e complementare, messo gratuitamente al servizio dell’Associazione e dei suoi utenti.

Alla Lega del Filo d’Oro il volontariato non è un elemento accessorio – dichiara il Segretario Generale Rossano Bartoli – ma fa parte del DNA stesso dell’Associazione. A tutti i Volontari voglio rivolgere un sentito ringraziamento per il loro concreto aiuto a fianco delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e mi auguro possano diventare sempre più numerosi".

Si è concluso proprio due settimane fa l’VIII Forum Nazionale dei Volontari della Lega del Filo d’Oro, momento di incontro e confronto fra i volontari dell’Associazione che quest’anno si è svolto a Padova e a cui hanno partecipato 150 volontari provenienti da tredici regioni. Quest’anno il focus è stato un approfondimento sui "talenti", ovvero sulle caratteristiche necessarie per diventare volontario e, al contempo, sulla possibilità di "contagiare" gli altri influenzandoli positivamente per avvicinarli in modo graduale a questo tipo di scelta.

Secondo l'ISTAT negli ultimi anni le persone che svolgono attività di volontariato in Italia sono passate dal 10% del 2011 al 12,6% del 2013, 6,63 milioni di individui – un italiano su 8 - che sostengono le organizzazioni di volontariato, del terzo settore e di cittadinanza attiva. Rispetto al 2014 poi, il numero dei volontari della Lega del Filo d'Oro è cresciuto del +8,6% arrivando a 595: il 27% proviene dalle Marche, il 24% dalla Lombardia, il 9% dalla Puglia, il 10% dal Lazio, l’8% dalla Campania, il 7% dall’Emilia Romagna, il 8% dalla Sicilia e il restante 7% dalle altre regioni d’Italia.

La Lega del Filo d'Oro dedica molta attenzione alla formazione e all’aggiornamento dei volontari attraverso un percorso formativo personalizzato, grazie al quale si apprendono i sistemi di comunicazione con i sordociechi e pluriminorati psicosensoriali e le problematiche da affrontare per poter affiancare in modo efficace il personale nelle diverse attività. I prossimi corsi di formazione si terranno in ogni sede nei primi mesi del 2016.

Oggi con oltre 500 dipendenti, tra operatori specializzati, personale sanitario, psicologi, assistenti sociali, e più di 600 volontari, la Lega del Filo d'Oro eroga i propri servizi nelle sedi di Osimo, Lesmo, Padova, Modena, Roma, Napoli, Molfetta e Termini Imerese. E’ oggi punto di riferimento per le problematiche della sordocecità e il principale referente delle istanze nei confronti degli enti pubblici di chi manifesta questo tipo di disabilità.

www.legadelfildoro.it

Torna su
BariToday è in caricamento