Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Bitonto

Spente le frasi antimafia nel centro storico di Bitonto, i cittadini e il Comune le riaccendono: "Adottiamo la strada"

Il gesto era avvenuto poco prima della manifestazione in ricordo di Anna Maria Tarantino, l'anziana barbaramente uccisa per errore nel corso di una sparatoria, due anni fa

Qualcuno le aveva spente, probabilmente in segno di spregio contro la manifestazione che ha ricordato il secondo anniversario dalla morte di Anna Maria Tarantino, l'anziana barbaramente uccisa per errore durante una sparatoria il 30 dicembre del 2017: le frasi antimafia per le vie del centro storico di Bitonto, invece, sono state riaccese dopo pochi minuti, al termine del corteo al quale hanno partecipato cittadini, associazioni, istituzioni e parenti dell'anziana. 

La notte precedente, qualcuno aveva distrutto una delle scritte dedicata a Peppino Impastato. Un gesto vile che non ha fermato la manifestazione: "Ecco le scritte - ha scritto su Facebook il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio -  tutte, accese in un percorso di storie che parte da via Porta Robustina (dove è stata posta una targa ricordo) e attraversa il meraviglioso centro antico. Ne hanno spente tre su dieci. Quelle tre, tutte, in via San Luca. Da oggi dunque sarà la strada preferita dallo Stato, da noi, da tutti. Adottiamola. Con l'amore soffocheremo l'odio" ha concluso Abbaticchio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spente le frasi antimafia nel centro storico di Bitonto, i cittadini e il Comune le riaccendono: "Adottiamo la strada"

BariToday è in caricamento