Cronaca

Nuovi 'occhi' tecnologici per la Polizia Locale, in arrivo i droni: "Più sicurezza e velocità d'intervento"

Il Corpo si doterà di due apparecchi formando quattro operatori attraverso corsi. I velivoli dovrebbero entrare in servizio entro la fine dell'estate. Il Comandante Palumbo: "Dispositivi al servizio dei cittadini"

Guardare dall'alto per stanare discariche abusive, monitorare incendi, effettuare rilievi in caso di incidenti stradali e disastri, o anche alzare il livello di sicurezza in caso di grandi eventi, persino in diretta streaming con la sala operativa. La Polizia Locale di Bari si dota dei più innovativi strumenti tecnologici attraverso l'utilizzo dei droni. Comincerà nelle prossime settimane un corso che consentirà la formazione di quattro operatori per la guida delle macchine volanti dotate di telecamere. Il percorso si snoderà in tre fasi di apprendimento con relativi test da superare, al termine dei quali potranno entrare in servizio. Le lezioni saranno tenute da tecnici e operatori della scuola 'Ceraso' di Altamura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

'Occhi' ad alta risoluzione 

La Polizia Locale si doterà al momento di due droni con telecamere 4k e risoluzione da 20 megapixel, consentendo, da altezze di 150 metri di controllare ogni minimo dettaglio, coprendo una distanza fino a 500 metri dall'operatore, scrutando fino a 150 metri di altezza. Si prevede che i velivoli entrino in servizio verso la fine dell'estate: "L' uso dei droni - spiega il comandante Michele Palumbo - è stato già sperimentato con successo dalle polizie locali a Milano e Torino. Potremmo controllare ciò che non é possibile dal basso, ad esempio nel caso di un incendio come quello di ieri a Ceglie. Con i droni potremmo raggiungere aree meno semplici da verificare, consentendo di guadagnare tempo in caso di necessità dì interventi tempestivi. Un'altra attività in cui utilizzare questi velivoli potrebbe essere quella dell'infortunistica stradale, controllando in anticipo il luogo del sinistro e coordinando i soccorsi. Non sarà un Grande Fratello - aggiunge Palumbo - ma un occhio amico al servizio dei cittadini".

17-05-18 droni a disposizione della polizia locale_al via il corso 2-2

Lotta all'abbandono selvaggio di rifiuti

Sicurezza, ma anche, per l'appunto, controllo del decoro, in una città dove le campagne spesso si trasformano in discariche: "É uno strumento in più - afferma l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -per tecnologizzare l'attività già proficua della Polizia Locale. In questo modo potremo presidiare sempre di più il territorio e combattere il fenomeno dell'abbandono selvaggio dei rifiuti". Gli sporcaccioni, in questo caso, sono avvisati.

17-05-18 droni a disposizione della polizia locale_al via il corso 3-2

I corsi previsti

Due i corsi previsti per i futuri operatori dei droni. Si parte da un corso basico di 17 ore durante il quale saranno affrontate tematiche che spaziano dalla normativa aereonautica alla meteorologia, dalla circolazione aerea all’impiego dei dispositivi tecnologici. Poi un corso per operazioni specializzate al quale saranno ammessi coloro i quali avranno superato il primo modulo di esame. Previste materie teoriche e di approccio strumentale all’utilizzo dei droni in caso di eventi anomali, al termine delle quali gli agenti saranno pronti ad affrontare delle vere e proprie missioni operative, prestazioni di volo, safety e gestione del rischio. Al termine di ciascun corso è previsto un test da svolgere con un esaminatore ENAC.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi 'occhi' tecnologici per la Polizia Locale, in arrivo i droni: "Più sicurezza e velocità d'intervento"

BariToday è in caricamento