menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Nextome', l'innovazione digitale made in Puglia premiata dall'Unione Europea

Domenico Colucci, 26 anni di Noci, ha fondato, assieme ad altri due conterraneo baresi, Vincenzo Dentamaro e Giangiuseppe Tateo, la start-up che commercializza un dispositivo di geolocalizzazione negli ambienti chiusi. Nei giorni scorsi è stato insignito a Helsinki del riconoscimento 'EuroPioneers'

Arrivare in un aeroporto a noi sconosciuto e perdere minuti preziosi per trovare il gate oppure lo snodo della metropolitana: quanto tempo capita di perdere per compiere tutte queste operazioni? Dalla Puglia arriva però un'efficace innovazione per risolvere un problema comune a molti viaggiatori: 'Nextome' permette la geolocalizzazione, nei luoghi chiusi, come ad esempio snodi trasportistici, centri commerciali, musei, colmando un vuoto lasciato da dispositivi come 'Google Maps', consentendo al visitatore di orientarsi attraverso il proprio smartphone, tablet o dispositivo elettronico e al gestore di raccogliere informazioni sulle zone più frequentate del plesso.

Il sistema è frutto della geniale intuizione di 3 ragazzi del Barese, Domenico Colucci, Vincenzo Dentamaro e Giangiuseppe Tateo, rispettivamente di Noci, Bari e Conversano, tutti laureati in informatica. E' stato necessario un anno per metterlo a punto: "Il concetto - spiega Colucci - è identico a quello alla base dei navigatori delle auto ma può essere utilizzato nei grandi ambienti chiusi dove spesso non funziona. L'idea è venuta quando eravamo a Milano, in un grande magazzino. Non riuscivamo a trovare il bagno e lì ci siamo chiesti come la tecnologia potesse aiutare a risolvere il problema. Da lì abbiamo cominciato ad effettuare le nostre ricerche e a predisporre il tutto". Grazie a piccoli sensori localizzati nell'edificio, è possibile, attraverso la app, scoprire la propria posizione rappresentata da un pallino blu. I dati raccolti possono essere poi approfonditi attraverso analytics per ottenere valutazioni sulla frequenza e l'appetibilità di certe zone rispetto ad altre.

"Quello che ci contraddistingue - dice Colucci - è la precisione. Noi arriviamo fino a un metro circa. Le altre tecnologie, tra l'altro, sono solo progetti ingegneristici mentre noi siamo già sul mercato". La Start-up, di fatto avviata da gennaio 2014, ha difatti ottenuto già importanti commesse ed è utilizzata da enti e società in tutto il mondo come Verona Fiere, Smau Milano e Berlino, ma anche una galleria fotografica a San Francisco. I risultati si sono visti e Domenico Colucci è stato premiato, nei giorni scorsi, a Helsinki, nell'ambito del prestigioso 'EuroPioneers', riconoscimento dell'Unione Europea per l'imprenditoria digitale, nella categoria miglior imprenditore under 26, ricevendo la targa dal vicepresidente Ue, Katainen. Il futuro è tutto da scoprire, ma si preannuncia ricco di soddisfazioni: "Assieme al nostro Angel Investor, marco Bicocchi Pichi, abbiamo trovato i primi capitali per cominciare e adesso siamo in fase di fundraising. Ad oggi abbiamo già avuto 700 richieste da tutto il mondo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento