A Bari, giocare a scacchi dona lunga e buona vita al cervello

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

COMUNICATO STAMPA BARI - Giocare a scacchi dona lunga e buona vita al cervello. Lo dicono molti studi di ricercatori americani. E ce lo conferma Paolo Borino, presidente del “Laboratorio scacchistico barese”. “Giocare a scacchi – spiega Borino – allena la mente, velocizza i tempi di azione, migliora la memoria, e rende il cervello sempre giovane”. Ecco dunque nuovi tornei a Bari. Gli scacchi, stavolta, in Villa Romanazzi Carducci. Giovedì 27 dicembre 2018, si è svolta l’ottava tappa del Grand Prix, nella suggestiva location di eventi a Bari, in via Capruzzi, organizzata dal Circolo “Laboratorio scacchistico barese”. Due i tornei: quello principale è stata una tappa del Gran Prix, mentre il secondo amatoriale rivolto ai giocatori meno esperti. Buona la partecipazione dei giocatori: nel primo torneo, aperto a tutti, si sono sfidati un maestro, 5 candidati maestri e 4 prime nazionali. Numerosi i partecipanti under 18 nel torneo amatoriale aperto ai non classificati e con elo <= 1440. Ecco la classifica del torneo principale: 1° Classificato Alberto Brunetti 2° Classificato Roberto Campanile 3° Classificato Rocco Di Gianni 1° Classificato fascia elo 1950 - 1750 Vincenzo Rubillo 2° Classificato fascia elo 1950 - 1750 Michele Attorre 1° Classificato fascia elo < 1750 Gabriele Patruno 2° Classificato fascia elo < 1750 Giuseppe Schiavulli Di seguito i classificati del torneo amatoriale: 1° Classificato Guido Del Medico 2° Classificato Mark Mitola 3° Classificato Davide Armandi (COMUNICATO STAMPA REDATTO DA MYRIAM DI GEMMA)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento