Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

A Bari Spiagge pulite 2014

Con la maglietta blu i volontari della HP di Bitritto mentre il gruppo di ragazzi sono gli Scout di Triggiano 3

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

L'appuntamento di Legambiente che ha coinvolto tanti cittadini-volontari.

Come di consueto nell'ultimo fine settimana di maggio si è svolto l'evento "Clean-up the Med" - Spiagge e Fondali Puliti 2014 - una importante iniziativa di volontariato internazionale per liberare le spiagge del Mediterraneo dai rifiuti abbandonati.

A Bari gli appuntamenti sono stati due: il primo il 23 maggio dalle ore 9.30 presso il lungomare di San Cataldo mentre il secondo il 25 maggio dalle ore 9.00 presso la costa sud di Torre a Mare. Durante la prima giornata si è pulita un'area abbandonata e piena di rifiuti portati dal mare, un lavoro svolto con i volontari-dipendenti della HP di Bitritto presenti all'evento che hanno aderito tramite la stessa HP e/o direttamente tramite Legambiente di Bari. Il secondo evento è stato realizzato con la partecipazione del Gruppo Scout di Triggiano 3 che con diverse "squadre" hanno letteralmente pulito tutta la costa a sud di Torre a Mare.

In Italia dal 1995 Legambiente coordina le varie associazioni, scuole ed Istituzioni locali che volontariamente si dedicano alla pulizia delle spiagge e dei siti naturali. Dal 2005 l'azione si è diffusa a libello internazionale ed oggi l'evento è presente in 22 Paesi del Mediterraneo attraverso l'attività e l'organizzazione da parte di oltre 150 attori in oltre 1500 località costiere. Tutti insieme per la pulizia delle coste ma anche come impegno civico e di tutela ambientale.

Attraverso questa operazione tutte le comunità del bacino del mediterraneo uniscono le forze per ripulire, sistemare e conservare l'ambiente, in uno dei luoghi "icona" del mondo: il Mediterraneo.

Infatti il nostro Mare è caratterizzato da una grande diversità di specie e di ecosistemi, di mari e di terre di elevata produttività, di un caratteristico clima mite e di un paesaggio unico. Alcuni dei problemi che interessano la regione del mediterraneo sono la rapida urbanizzazione delle zone costiere, la modifica dei paesaggi costieri, la desertificazione, l'erosione del suolo e delle coste, l'inquinamento marino e la scarsità delle acque. Allo stesso tempo, gli scarichi di sostanze tossiche sulle sponde sono una minaccia significativa per la ricca diversità della flora e della fauna del Mediterraneo, quale perno di destinazione turistica a livello mondiale.

Per tutti questi motivi, i partecipanti hanno aderito all'evento.

Circolo Legambiente "Area Metropolitana di Bari"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bari Spiagge pulite 2014

BariToday è in caricamento