menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Maria Falcone le chiavi della città di Bari, "Testimone d'eccezione del nostro tempo"

La cerimonia a Catino, nella sede dell'associazione "Giovanni Falcone" , da vent'anni attiva sul territorio. Il sindaco Decaro:

"Una donna straordinaria che con il suo impegno instancabile e le sue attività di educazione alla legalità contro le logiche mafiose e criminali, da molti anni è una "cittadina" sempre presente per Bari". Sono le parole del sindaco, Antonio Decaro, riferite a Maria Falcone, presidente della “Fondazione Giovanni e Francesca Falcone” e sorella del magistrato antimafia Giovanni Falcone, ucciso nella strage di Capaci il 23 maggio 1992, alla quale questo pomeriggio il primo cittadino ha consegnato le chiavi della città di Bari.

La cerimonia si è svolta presso la nuova sede dell’associazione “Giovanni Falcone” di Catino, che quest’anno festeggia vent’anni di attività sul territorio. Un luogo scelto proprio per il suo forte valore simbolico: "Le associazioni sono per noi le sentinelle delle istituzioni sui territori - ha detto Decaro - ed è grazie alle loro attività e ai loro volontari che tanti cittadini trovano una porta sempre aperta e una mano tesa. A Catino tante sono le attività che quest'associazione porta avanti ogni anno coinvolgendo ragazze e ragazzi che hanno così la possibilità di imparare e crescere nel segno della cultura della legalità".

"Grazie al progetto "Edificio della memoria", Maria Falcone - ha spiegato ancora il sindaco - tornerà nelle scuole di tutta la regione, come testimone della vita e degli insegnamenti di suo fratello Giovanni, magistrato simbolo della lotta alla mafia. Già domani mattina incontreremo insieme a lei gli studenti del liceo Salvemini. Abbiamo scelto di consegnarle le chiavi della città per legare il suo impegno costante sui temi e le attività dell'antimafia sociale, al nostro territorio e alla nostra identità. Bari non dimentica".

Queste le motivazioni scritte sulla pergamena consegnata a Maria Falcone:  

"A Maria Falcone, presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, per il suo impegno instancabile in favore della crescita di una coscienza civile diffusa, unico antidoto alle logiche mafiose e criminali.

La sua attività nell’ambito di progetti di educazione alla legalità, la sua presenza costante  nelle scuole  come testimone della vita e degli insegnamenti di suo fratello Giovanni, magistrato simbolo della lotta alla mafia, il suo impegno pedagogico e divulgativo costituiscono il terreno fertile in cui affondano le radici dell’antimafia sociale.

Maria Falcone, da vent’anni al fianco della città di Bari e delle attività dell’associazione Giovanni Falcone guidata da Corrado Berardi, è per tutti noi un punto di riferimento ed un’amica, una guida per i giovani e una testimone d’eccezione del nostro tempo.

ConsegnarLe le chiavi della città vuole essere il sigillo di un legame forte e, al tempo stesso, un segno di gratitudine per l’attenzione da Lei riservata alla nostra comunità e ai nostri più giovani concittadini".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento