Cronaca

La prima HopeSchool italiana parte a Molfetta dal 18 febbraio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Edizioni La Meridiana e la ricercatrice A. Chiara Scardicchio propongono un percorso formativo originale ed innovativo rivolto ad adulti a partire dai 18 anni che vogliano dotarsi di competenze e chiavi di lettura in grado di trasformare la disperazione in azione, il lamento in progetto. Una scuola face to face e online per imparare a leggere nella realtà i segni che indicano e generano risposte altre, per connettere e connettersi a esperienza di rigenerazione delle comunità.

HospeSchool parte nel segno del pensiero sempre valido di don Tonino Bello:

"Oggi si equivoca parecchio sulla speranza: si pensa che sia una specie di ripostiglio dei desideri mancati. Una rivalsa del nostro limite che, mortificato sugli spazi percorribili dai piedi per terra, cerca compensazioni allungando la testa tra le nuvole o indugiando sulla zona pericolosa dei sogni a occhi aperti. Una forma di «tirami su» psicologico, insomma, utile per non lasciarsi travolgere dalle tristezze della vita. Niente di più deleterio.La speranza è parente stretta del realismo. È impegno robusto che non ha da spartire nulla con la fuga".
(A. Bello)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prima HopeSchool italiana parte a Molfetta dal 18 febbraio

BariToday è in caricamento