menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Liberate Öcalan", a Bari la manifestazione in favore del leader curdo detenuto dal 1999 in Turchia

Rete Kurdistan Italia: "Il sistema di isolamento internazionale che dura da 21 anni senza interruzione, ha raggiunto adesso un livello insopportabile"

Sit-in di solidarietà, questo pomeriggio, dinanzi alla sede Rai Puglia di via Dalmazia, per chiedere giustizia nei confronti di Abdullah Öcalan, il leader indipendentista curdo del Pkk (Partito curdo dei lavoratori) detenuto dal 1999 nell'isola-prigione di Imrali (Turchia) dopo la condanna, da parte della Magistratura turca, per terrorismo.

La manifestazione, organizzata da Rete Kurdistan Italia che da sempre promuove l'autodeterminazione del popolo curdo, avviene nel giorno del 22esimo anniversario dell'arresto del leader a Nairobi, in Kenya, avvenuto il 15 febbraio del 1999: "Il più grande isolamento nella storia umana è imposto al leader Apo (Abdullah Öcalan)- si legge in una nota rdi Rete Kurdistan Italia - e questo isolamento unico nella storia, immorale e senza scrupoli, viene perpetrato con più insistenza dopo l’alleanza AKP-MHP-Ergenekon. Il sistema di isolamento internazionale che dura da 21 anni senza interruzione, ha raggiunto adesso un livello insopportabile. Nonostante le pressioni contro questo regime abbiano funzionato per un periodo, non sono mai risultate abbastanza sufficienti a porvi fine. Possiamo infatti dire che il sistema di isolamento globale imposto al leader Apo è anche un isolamento imposto al popolo curdo e a tutti coloro che sostengono la libertà e la democrazia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento