Cronaca

Acquaviva: sequestrato impianto di smaltimento dei rifiuti

Riscontrate gravi irregolarità nel trattamento di rifiuti speciali pericolosi, nella gran parte dei casi stoccati nei piazzali esterni dello stabilimento senza alcuna cautela

Rifiuti speciali pericolosi stoccati senza alcuna precauzione nei piazzali esterni dell'edificio, amianto in stato di decomposizione, impianti industriali malfunzionanti a causa della scarsa manutenzione. Sono le gravi irregolarità riscontrate nel corso di una specifica attività ispettiva compiuta dall'Arpa (agenzia regionale per l'ambiente) in un impianto di smaltimento dei rifiuti ad Acquaviva, sequestrato ieri dai carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico su disposizione della Procura di Bari.

Per non creare disagi alla cittadinanza - dal momento che nello stabilimento confluiscono  i rifiuti urbani di buona parte dei Comuni del sud-est barese - la Procura ha comunque consentito il funzionamento dell'impianto, che dovrà però essere messo in sicurezza entro un periodo di tempo prestabilito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquaviva: sequestrato impianto di smaltimento dei rifiuti

BariToday è in caricamento