Cronaca

Aqp, Vendola licenzia Monteforte: irregolare l'assunzione del direttore generale

Revocato l'incarico all'amministratore unico in seguito ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti: irregolare la trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato del contratto per il direttore generale Bianco

I soci di Acquedotto pugliese Spa 'licenziano' l'amministratore unico Ivo Monteforte. La notizia è stata data ieri dal presidente della Regione Puglia Nichi Vendola che ha annunciato l'avvio della procedura per la revoca dell'incarico al manager di Aqp.

La decisione è stata presa in seguito ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti, che ha constatato l'irregolarità del contratto di lavoro concesso al direttore generale Massimiliano Bianco, assunto senza concorso. "La ragione di tale decisione - ha spiegato in una nota Vendola - attiene all'obbligo di osservanza ai rilievi di legittimità formulati dalla Corte dei conti e dal collegio dei sindaci, sulla trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato del contratto dirigenziale di lavoro del direttore generale (Massimiliano Bianco ndr)".

"Preme precisare - aggiunge Vendola - che la vicenda oggetto del procedimento di revoca non pone in discussione i risultati di risanamento ottenuti da Aqp negli ultimi anni e la sua attuale solidità, riconosciuta da tutte le agenzie di validazione e dai numerosi premi ottenuti". "Il procedimento di revoca e la nomina del nuovo amministratore - conclude la nota - avverrà in un'ulteriore assemblea, che sarà riconvocata al più presto, in conformità con le norme di legge e statutarie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aqp, Vendola licenzia Monteforte: irregolare l'assunzione del direttore generale

BariToday è in caricamento