menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smontavano auto rubate: in un deposito la 'centrale' del riciclaggio, quattro arresti

La scoperta ad Adelfia: quattro giovani, tra i 19 e i 27 anni, sono stati bloccati, mentre altri due sono riusciti a fuggire. I carabinieri sarebbero già sulle loro tracce

Scoperti dai carabinieri in un deposito mentre erano impegnati a smontare e cannibalizzare auto rubate. In manette sono finiti, ad Adelfia, quattro giovani del posto, di età compresa tra i 19 e 27 anni.
 
I militari, appostatisi nelle campagne, hanno fatto irruzione all’interno di un capannone in Contrada Montelarino, sorprendendo sei giovani intenti a smontare auto rubate, su cui erano state apposte targhe diverse, proprio per mascherare la provenienza furtiva delle vetture.

In particolare, i carabinieri hanno rinvenuto due autovetture, di identico modello, di cui una interamente cannibalizzata e l’altra, rubata, su cui erano state apposte le targhe della prima. Un escamotage adottato probabilmente per nascondere la provenienza furtiva della seconda auto, ma di scarsa efficacia, poiché da controlli più accurati è stato comunque possibile risalire al furto delle autovetture.

Alla vista dei carabinieri, i giovani hanno tentato la fuga per le campagne, inseguiti a piedi dai militari, che nell’immediatezza sono riusciti a bloccarne quattro, tutti adelfiesi e di età compresa tra i 19 e 27 anni. Due, in fuga, hanno le ore contate. Oltre alle due autovetture, i carabinieri hanno rinvenuto arnesi atti allo smembramento dei veicoli e ulteriori parti di autovetture, su cui sono in corso accertamenti finalizzati a risalire alla loro provenienza.

I quattro arrestati, sono stati posti a disposizione della Procura della Repubblica di Bari in regime di arresti domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento