Cronaca

Adisu Puglia, la denuncia degli studenti: "Servono maggiori fondi dalla Regione"

L'importo stanziato nel 2017 è lo stesso dello scorso anno (8.203.500 euro). Link: "Bilanci messi a dura prova dalle borse di studio". Del Vecchio (Up): "Dialogheremo con l'Ente"

La Giunta regionale ha confermato nell'ultima seduta l'importo dello scorso anno - 8.203.500 euro - da destinare ai servizi dell'Adisu, l'Agenzia regionale per il diritto allo studio universitario. Una scelta che non è piaciuta agli studenti di Link, poichè "c'era già stata una netta diminuzione rispetto agli anni 2014 e 2015 - spiegano dall'associazione studentesca - quando venivano impiegati 9.115.000 euro". 

Dopo il taglio di quasi un milione di euro, quindi, la speranza dei ragazzi era di vedere nuovamente crescere lo stanziamento, utilizzato dall'Adisu per sostenere le residenze studentesche e le mense, servizi che nella sola Bari vengono offerti attualmente in sei strutture: Fraccacreta (300 posti), Dell'Andro (600 posti), Starace (56 posti), Petrone (112 posti), l'ex Cum (165 posti) e il Fresa (98 posti). "Consideriamo molto grave la scelta della Regione Puglia - concludono i ragazzi -, visto che quest'anno per raggiungere la copertura
totale delle borse di studio
, in assenza di ulteriori investimenti regionali e per l’incertezza delle risorse nazionali, l’Adisu Puglia ha dato fondo alle risorse proprie, riducendo all’osso la sua disponibilità economica". 

Intanto nel Consiglio d'amministrazione dell'Agenzia ci si prepara a fronteggiare la mancanza di fondi, scegliendo la via del dialogo con la Regione. "La denuncia degli studenti è giusta - spiega Maria Erika Del Vecchio, consigliera d'amministrazione per 'Up-Università protagonista' -, ma non si può solo denunciare, bisogna anche agire. Mi attiverò personalmente in Consiglio per stabilire un contatto diretto con l'ente regionale, così da richiedere un aumento dei fondi stanziati all'Adisu Puglia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adisu Puglia, la denuncia degli studenti: "Servono maggiori fondi dalla Regione"

BariToday è in caricamento