menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, "personale dei parcheggi senza gabbiotti per ripararsi dal caldo ": rischio sciopero

Lo denuncia il segretario generale Filcams-Cgil Barbara Neglia. La replica dell'azienda Apcoa: "Entro metà luglio installeremo un gabbiotto"

"I lavoratori sono costretti a svolgere le loro funzioni all'aperto senza avere un gabbiotto in cui sostare". A denunciare le condizioni critiche degli addetti alla viabilità all'esterno dell'aeroporto "Karol Wojtyla" di Bari è il segretario Filcams-Cgil Barbara Neglia, che da settimane richiedono uno spazio in cui potersi riparare dal calore, soprattutto ora che le temperature si innalzano con l'arrivo dell'estate.

LA DENUNCIA DELLA CGIL - Parte di queste persone, come spiega la sindacalista, erano impiegate per riscuotere i pagamenti dei parcheggi dalle macchine che abbandonavano la struttura. Sistema che poi è stato automatizzato con un totem. "Con il risultato - prosegue - che sono stati tutti 'dirottati' ai servizi di viabilità, che forniscono assistenza agli automobilisti che hanno problemi al tornello di uscita". Nelle attese manca però una zona climatizzata dove potersi riparare, richiesta che è stata portata avanti anche in una nota ufficiale indirizzata alla società Apcoa, che gestisce la zona parcheggi nello scalo barese. 

"Non abbiamo ricevuto alcuna risposta né su questa questione, né su altre che concernono direttamente il lavoro e la dignità degli impiegati". Una di queste riguarda il servizio di assistenza a distanza che gli automobilisti possono richiedere e che li collega direttamente ad un call center di Mantova - città sede dell'azienda - e non con la struttura barese. "Il risultato - spiega la Neglia - è che gli automobilisti esasperati se la prendono con il personale lì presente, visto che sono costretti a chiedere supporto ad un impiegato dell'azienda a chilometri di distanza". La richiesta sarebbe quindi di 'internalizzare' questo servizio per evitare scontri nell'area di uscita dall'aeroporto. Tutte istanze che se non troveranno risposta dall'azienda, rischiano di mandare in tilt la viabilità ai tornelli: il sindacato è pronto già da domani ad annunciare lo stato di agitazione, con il successivo sciopero dei lavoratori. 

LA REPLICA DI APCOA - Dall'Apcoa assicurano però che il dialogo tra le parti avviene già da tempo e che la nota inviata dalla Cgil è stata un fulmine a ciel sereno. "I provvedimenti sono già stati concordati - spiegano - in precedenti incontri con le organizzazioni sindacali e sono in fase di esecuzione: infatti è stata incaricata una società esterna al fine di realizzare un locale in prossimità degli accessi veicolari (Area P1AB) conforme a tutte le norme in tema di igiene e sicurezza sul lavoro. La struttura verrà installata tra l’8 e il 15 luglio". Questo primo problema dovrebbe essere risolto quindi prima della metà del prossimo mese, così da evitare che lo sciopero venga messa in atto. " "Siamo fiduciosi che non verrà messa in essere alcuna azione di sciopero - dichiarano -. Già in mattinata la scrivente ha provato a contattare l’organizzazione sindacale al fine di aggiornare la stessa sullo stato di avanzamento dei lavori concordati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento