Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Aeroporti pugliesi in ripresa: crescono i passeggeri a Bari e Brindisi

Lo scalo del capoluogo fa registrare un +2.8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Aumenti più consistenti per traffico charter e voli internazionali. Già oltre 2 milioni le persone transitate dal Wojtyla nei primi 7 mesi del 2014

Dati positivi per il traffico aeroportuale pugliese. Per la prima decade di agosto, sono stati infatti 110.622 e 68.791 i passeggeri in arrivo e partenza rispettivamente da Bari e Brindisi, con un incremento rispettivamente dell'2,8% e del 7,5%. Da segnalare la crescita del traffico internazionale che si è attestata al 6,6% sul Karol Wojtyla e al 12,8% sullo scalo salentino.

Considerando invece l'inizio dell'anno, nei primi 7 mesi del 2014 i passeggeri in arrivo e partenza dagli aeroporti di Bari e Brindisi sono stati 3.294.357, ossia il 3,25% in più rispetto ai 3.190.795 dello stesso periodo del 2013. Segno più per tutte le componenti di traffico: i maggiori incrementi sono stati quelli del traffico charter (+11,2%) e della linea internazionale (+5,4%); del 2,4%, invece, l’incremento registrato dalla linea nazionale. 

Pressoché stabile il dato riferito al Karol Wojtyla di Bari, con un incremento del traffico che nei primi sette mesi è stato dello 0,2%: 2.047,624 i passeggeri al fine luglio 2013, 2.051.296 quelli del 2014. Da evidenziare, anche in questo caso, la crescita del traffico di linea internazionale (+4,2%). Decisamente migliore, invece, l’andamento del mese di luglio: su Bari sono stati 379.503 i passeggeri in arrivo e partenza, con un incremento dell’1,6% rispetto a luglio 2013. Anche in questo caso a trainare la ripresa il traffico di linea internazionale (+6,7%) a cui si è aggiunto il +37% del traffico charter.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti pugliesi in ripresa: crescono i passeggeri a Bari e Brindisi

BariToday è in caricamento