menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermato per un controllo, minaccia gli agenti e rompe un muro in cartongesso negli uffici della polizia

In manette un 45enne sorvegliato speciale. Trovato in compagnia di pregiudicati, ha cercato di scappare scagliandosi contro il poliziotti. Poi, condotto negli uffici della Scientifica per il fotosegnalamento, preso dall'ira ha anche danneggiato una parete

Fermato in strada in compagnia di altri pregiudicati, cerca di sottrarsi al controllo della polizia minacciando e aggredendo gli agenti. Poi, portato negli uffici della Scientifica per il fotosegnalamento, preso dall'ira rompe un muro in cartongesso.

A finire in manette, con le accuse di violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale di  P.S., resistenza e minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, un 45enne barese, sorvegliato speciale, Giovanni Cassano.

I poliziotti della Squadra Volante, in servizio sul territorio, hanno fermato quattro persone sospette ferme in via Indipendenza, angolo via Principe Amedeo. Notata la presenza dei poliziotti, i quattro hanno tentato di sottrarsi al controllo rifugiandosi all’interno di un esercizio commerciale ma sono stati raggiunti dai poliziotti, condotti all’esterno del negozio e identificati.  Dal controllo è emerso che tutti avevano precedenti penali e, in particolar modo, il 45enne è risultato anche essere sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. L’uomo, al fine di evitare di essere indagato, avrebbe insultato, minacciato ed aggredito gli agenti, tentando di guadagnare la fuga grazie anche all’aiuto fornito da altre persone che si erano avvicinate durante il controllo.

Fermato, l'uomo è stato condotto presso gli uffici della Polizia Scientifica al fine di essere sottoposto a fotosegnalamento e, in tale circostanza, durante un improvviso scatto d’ira, ha danneggiato un muro in cartongesso presente nella struttura. Dopo gli accertamenti di rito, il 45enne è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento