Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Madonnella / Largo Adua

Ragazzi gay pestati e rapinati in largo Adua, preso sesto componente del 'branco'

Un manette è finito un 18enne, all'epoca dei fatti minore. Il violento episodio si verificò l'8 giugno dello scorso anno, nel cuore della movida dell'Umbertino. L'aggressione venne ripresa dalle telecamere

L'aggressione in largo Adua

La Squadra Mobile ha arrestato un 18enne barese, con precedenti, ritenuto componente del 'branco' che l'8 giugno scorso, in largo Adua, insultò, aggredì e picchio due ragazzi nel corso di un pestaggio omofobo. Il giovane, minorenne all'epoca dei fatti dovrà rispondere di rapina pluriaggravata e lesioni aggravate in concorso. I fatti si verificarono nella piazza dell'Umbertino, piena di gente in una mite serata di fine primavera. Le due vittime, un italiano e uno spagnolo, erano state inizialmente insultate con offese omofobe e umilianti e quindi malmenate da un gruppo di 7 ragazzi, tra cui 3 minorenni, riportando lesioni alla faccia e al capo. Il gruppo aveva anche portato via alcuni monili in oro e argento indossati dai due ragazzi.

Le immagini del pestaggio: ragazzi presi a calci e pugni

Le indagini della Squadra Mobile, con l'ausilio di alcune telecamere di sicurezza della zona, erano riuscite a ricostruire l'episodio. Ad ottobre erano stati arrestati due pregiudicati baresi, Raffaele Giammaria e Domenico Valentino mentre a febbraio erano finiti in manette due minorenni già noti alle forze dell'ordine. Pochi giorni fa, invece, è stato estradato in Italia, dalla Spagna, Luciano Damiani, pregiudicato 28enne, il quale dopo l'episodio aveva cercato riparo nel Paese iberico ma è stato bloccato con un Mandato di Arresto Europeo emesso dal Gip di Bari. Gli inquirenti sono al lavoro per identificare l'ultimo componente del gruppo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi gay pestati e rapinati in largo Adua, preso sesto componente del 'branco'

BariToday è in caricamento