menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione nel carcere di Turi: "Agenti di polizia penitenziaria feriti da un detenuto"

L'episodio, comunicato da diverse sigle sindacali, sarebbe avvenuto nella mattinata del 20 giugno. Diverse le versioni fornite: si parla di 'schiaffi e pugni' in un caso e di 'un corpo contundente' nell'altro

Aggressione nel carcere di Turi, ai danni di due agenti di polizia penitenziaria nella mattinata del 20 giugno. A comunicarlo, attraverso due distinti comunicati, sono le segreterie pugliesi della Cisl-Fns, del Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria), del S.Pp. (Sindacato di polizia penitenziaria) e Carceri/Osapp (Organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria).

Secondo quando reso noto, i due agenti sono stati feriti da un detenuto del carcere, rimasto infastidito dalla notizia della fine del colloquio con i parenti. L'uomo, invitato a rientrare in cella, si sarebbe rifiutato di interrompere la conversazione, aggredendo il poliziotto penitenziario. E non si tratta dell'unico episodio: poco dopo un ispettore di polizia intervenuto in soccorso del collega sarebbe stato a sua volta aggredito da altri due detenuti. Le organizzazioni sindacali forniscono però versioni differenti sulle modalità dell'aggressione: in una nota si parla infatti di 'schiaffi e pugni', mentre in un'altra si fa cenno a un corpo contundente con cui gli agenti sarebbero stati feriti riportando ferite guaribili in sei giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento