Cronaca Ceglie del Campo

Agguato a Ceglie del Campo, fermato presunto aggressore

Fermato un 30enne, ritenuto responsabile dell'agguato avvenuto due sere fa in piazza a Ceglie del Campo in cui è rimasto ferito il 21enne Luigi Boffo, ora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale "Di Venere"

Un uomo di 30 anni, di Bari, Nicola Cardone, è stato sottoposto a fermo dagli investigatori della squadra mobile della questura del capoluogo pugliese per il ferimento di Luigi Boffo, di 21 anni, ridotto in fin di vita l'altra notte in un agguato a Ceglie del Campo, quartiere periferico di Bari. Il provvedimento di fermo è della procura di Bari. Raggiunto da numerosi colpi di pistola al torace e all'addome, il giovane è ancora in gravi condizioni nell'ospedale barese 'Di Venere'.

Sono state ancora una volte le immagini delle telecamere di sorveglianza a consentire agli inquirenti e agli investigatori di dare una svolta alle indagini e acquisire prove nei confronti di Cardone. Secondo gli investigatori, Cardone avrebbe reagito sparando a Boffo perché lo riteneva responsabile di numerosi furti che egli aveva subito. L'ultimo, quello del furgone che Cardone utilizzava per la sua attività di rigattiere, avrebbe scatenato la furia omicida: sembra infatti che Boffo avesse chiesto denaro a Cardone, per la restituzione del veicolo.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a Ceglie del Campo, fermato presunto aggressore

BariToday è in caricamento