Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

La Squadra Mobile di Bari ha effettuato i rilievi sul luogo della sparatoria avvenuta in via della Lealtà nel quartiere alla periferia del capoluogo pugliese. L'ipotesi è che il delitto si sia consumato nell'ambito di contrasti tra due fazioni del gruppo criminale

La Squadra Mobile di Bari ha avviato indagini a tutto campo per individuare gli autori dell'omicidio di Michele Ranieri, ucciso ieri sera attorno alle 21,30 con alcuni colpi di pistola sparati in via della Lealtà all'angolo con via della Tolleranza, nel quartiere San Pio. Ranieri, originario di Carbonara, sarebbe stato freddato per strada.

Sparati almeno 8 colpi di pistola

Gli investigatori, coordinati dal pm Lidia Giorgio, hanno subito raggiunto il luogo dell'omicidio per i primi rilievi, trovando alcuni bossoli attorno all'area della sparatoria. Vani i tentativi dei soccorritori del 118 per rianimare Ranieri, colpito da diversi proiettili. Almeno otto sarebbero stati i colpi calibro 3.80 auto esplosi: la vittima forse sarebbe stata colpita anche quando era già a terra.

Faida interna al clan Strisciuglio

Una delle ipotesi al vaglio degli investigatori è che l'omicidio sia maturato nell'ambito di contrasti interni al gruppo criminale degli Strisciuglio, tra la fazione carbonarese (quartiere di provenienza di Ranieri) e quella di San Pio.

La certezza è che in città non si sparava da tempo, in particolare con un esito mortale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

*Ultimo aggiornamento ore 11.45

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento