menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agricoltura sociale e lotta allo spreco, a Japigia un progetto dedicato ai più piccoli

Al via 'L'orto dei popoli': l'iniziativa, che si svolgerà negli spazi della chiesa di San Luca, coinvolge 25 bambini. Promossa dall'APS 'Farina 080', in collaborazione con la cooperativa sociale 'Semi di Vita' e la cooperativa 'Puglia che vai', è finanziata dall'assessorato al Welfare del Comune con risorse del 5x1000

Bimbi 'a scuola' di agricoltura sociale, per apprendere l'importanza di un corretto stile alimentare e della lotta allo spreco. Nasce con questo obiettivo il progetto 'L'orto dei popoli', che da domani, 24 agosto, coinvolgerà 25 bambini tra i sei e gli undici anni, che parteciperanno alle attività negli spazi messi a disposizione dalla chiesa 'San Luca' del quartiere Japigia. I piccoli partecipanti saranno coinvolti in un’attività a diretto contatto con la natura, a cominciare dalla realizzazione, passo dopo passo, di un orto biologico.

Il progetto promosso dall’APS “Farina 080” (ideatrice di Avanzi Popolo 2.0), in collaborazione con la cooperativa sociale “Semi di Vita” e la cooperativa “Puglia che vai”, è finanziato dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari, che quest’anno ha deciso di utilizzare le risorse del 5x1000 per promuovere una serie di attività estive finalizzate a favorire l’inclusione sociale di minori con disabilità e disagio socio-economico.

Abbiamo parlato del progetto con Marco Ranieri, presidente APS-ONLUS "Farina 080", capofila del progetto.

Dalla costruzione dell’orto biologico alla lotta allo spreco. Da dove nasce questa idea?
"Abbiamo proposto al Comune un’attività progettuale che mettesse i bambini al centro di una esperienza dinamica, incentrata sui corretti stili di vita alimentari. Si partirà dalla gestione di un orto biologico grazie alla collaborazione di tecnici esperti che avranno cura di rappresentare l’intero ciclo produttivo di alcuni ortaggi. In parallelo saranno organizzati laboratori di educazione alimentare specifici che permetteranno ai bambini di apprendere nozioni in ordine al contrasto dello spreco alimentare e ai principi dell’educazione ambientale connessi con corretti stili di vita nutrizionali".

Avete costruito una partenariato? 
"Si, noi come APS Farina 080 onlus portiamo avanti da oltre un anno il progetto “Avanzi Popolo 2.0” che promuove azioni di contrasto allo spreco e alla povertà, sia con la messa in contatto dei luoghi dello spreco con quelli del bisogno, sia nella diffusione di una cultura orientata alla condivisione delle eccedenze alimentari. Con noi ci sarà la Cooperativa agricola Semi di Vita, gestore di un orto sociale certificato biologico in via Peucetia, che rappresenta una esperienza di attivazione e inclusione davvero importante. Ed infine nella squadra avremo la possibilità di usufruire dell’esperienza della Cooperativa ‘Puglia Che Vai’  che lavora su progetti educativi rivolti all’infanzia e che spaziano dall’educazione alimentare alla sostenibilità ambientale". 

Potreste anticiparci qualche attività di lotta allo spreco che avete intenzione di lanciare?
"Organizzeremo alcuni laboratori che aiuteranno i bambini a comprendere, in maniera semplice e giocosa, gli impatti ecologici e sociali dello spreco alimentare e come poterlo contrastarlo con alcuni semplici gesti quotidiani. Inoltre, in occasione dell’evento finale a chiusura del progetto, vorremmo non solo condividere i prodotti che nasceranno nell’orto, ma anche recuperare cibo a rischio spreco: prodotti prossimi alla scadenza, o merce che per motivi vari non può più essere posta in vendita, al fine di organizzare un momento di festa allargato". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento