Cipressi e pini tagliati in un'area vincolata a Grumo: sigilli a 2mila mq di bosco

Operazione dei carabinieri della Stazione di Altamura, che ha accertato il disboscamento non autorizzato. Denunciato il proprietario del terreno, residente a Cassano

Oltre 2mila metri quadrati di bosco sequestrati nell'area di Grumo Appula, dove erano stati tagliati 36 alberi ad alto fusto. A scoprire gli interventi di taglio avvenuti in un'area a elevato vincolo ambientale del Parco nazionale dell'Alta Murgia, sono stati i carabinieri della Stazione di Altamura: tra gli esemplari rimossi ci sono cipressi e pini, tagliati senza autorizzazione dell'Ente parco o delle autorità amministrative e senza aver fornito la valutazione dei relativi vincoli e l'autorizzazione regionale al taglio delle essenze forestali.

Il proprietario dei terreni, residente a Cassano delle Murge, è stato denunciato per distruzione e danneggiamento di parte di un bene (bosco) tutelato da specifica normativa. Dalle indagini è emerso che sarebbe stato lui il committente ed esecutore delle opere illecite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è il 'paziente 1' in Puglia: era tornato dalla Lombardia, ora è in isolamento in ospedale

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • A Santa Caterina apre il nuovo Parco Commerciale: dal 28 febbraio l'inaugurazione dei primi maxi store

Torna su
BariToday è in caricamento