Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

18enne di Corato ucciso in Marocco: arrestato il presunto assassino

L'aggressore bloccato dalla polizia locale a Casablanca: è un 28enne con piccoli precedenti. Per un periogo aveva lavorato come guardiano al 'Circo Massimo' gestito dalla famiglia Lauciello

E' stato fermato dalla polizia marocchina il presunto assassino di Alessandro Lauciello, il 18enne di origini coratine ucciso a coltellate a Kenitra, nel Nord del Marocco, all'alba di mercoledì. 

Dopo una fuga durata all'incirca 12 ore, la polizia locale ha bloccato il presunto aggressore - un 28enne marocchino con piccoli precedenti - a Casablanca, sua città natale. Il 28enne avrebbe lavorato come guardiano per il 'Circo Massimo' della famiglia Lauciello nel periodo in cui questo aveva fatto tappa a Casablanca. Il 28enne è sospettato di aver accoltellato a morte il 18enne e di aver gravemente ferito il padre, Massimiliano, titolare del circo, e in maniera lieve altri tre dipendenti del circo. La famiglia Lauciello, originaria di Corato, si era trasferita nel 2014 in Marocco, paese d'origine della madre di Alessandro, Samira.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

18enne di Corato ucciso in Marocco: arrestato il presunto assassino

BariToday è in caricamento