L'alga tossica 'invade' il litorale barese, le analisi Arpa: alte concentrazioni da Giovinazzo a San Giorgio

I tre punti presi in esame, nella zona nord, a Santo Spirito e sulla costa sud, hanno registrato valori "molto abbondanti" di Ostreopsis Ovata. La presenza dell'alga può provocare malesseri come febbre, faringiti e irritazioni

Costa nord e costa sud di Bari 'invase' dall'alga tossica: è il responso delle analisi effettuate dall'Arpa Puglia per le prime due settimane di agosto. I tre punti presi in esame, a Giovinazzo, Santo Spirito e San Giorgio, hanno registrato valori "molto abbondanti" di Ostreopsis Ovata. La presenza dell'alga può provocare malesseri per l'organismo, tra cui febbre, irritazioni e faringiti. Arpa Puglia consiglia "di evitare lo stazionamento lungo le coste rocciose durante le mareggiate" e di "limitare il consumo a scopo alimentare di organismi quali, ad esempio, i ricci di mare.Questi ultimi a causa della loro eco-biologia (brucano sulle alghe) potrebbero potenzialmente accumulare la tossina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Urtano un'auto in via Amendola, finti poliziotti scendono e rubano denaro a un ragazzo: fuga da Bari a Mola, inseguiti e arrestati

  • Blitz in un negozio cinese all'ingrosso di Bari: sequestrati 100mila euro di prodotti 'Apple' e 'Samsung' taroccati

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

Torna su
BariToday è in caricamento